Piccole e Raffinate Mini Sacher : Bontà in Miniatura

mini sacher ok ok

Ho pensato che non mi piace molto cucinare i dolci, ho pensato  che però non è una buona scusa…ho pensato che le torte non mi divertono e che la Sacher fosse un dolce troppo  imponente…così ne ho creato una versione piccola e  sfiziosa.

…ho anche pensato che se non scrivo che ho creato queste delizie con il sapiente aiuto di mio figlio Nicolò…che ha fatto un pandispagna strepitoso ed una glassa lucidissima e perfetta stasera non potrò rientrare a casa…. : ma io cosa ho fatto???

Le foto?…NO le ha fatte Nicolò!!!Ewiwa!!!

Io però..sicuramente ho fatto in modo di poter cucinare questo dolce con una farina molto speciale : Farina Antiqua  un prodotto  soffice  finissimo  e delicatamente  profumato  che sicuramente ha contribuito all’ottimo risultato finale di questa ricetta.

Ingredienti: 

250 gr Farina Antiqua 2

250 gr zucchero semolato finissimo

6 uova

2 cucchiai di cacao amaro

1/2 bustina di lievito per dolci

1 bustina di vanillina

Per la glassa

200 gr di cioccolato fondente

burro+latte

Ricorda

latte per bagnare il pandispagna

marmellata di albicocche

latte caldo per glassa

Preriscaldate il forno a 180°C.

In una ciotola unite la farina, il lievito , la vanillina ed il cacao.

Con l’aiuto di un frullatore montate molto bene le uova con lo zucchero fino a quando il composto non avrà abbondantemente raddoppiato il suo volume e , con l’ aiuto di una spatola amalgamante a questo composto le farine 2 cucchiai alla volta, incamerando aria con movimenti dall’esterno all’ interno. Otterrete un composto molto morbido e spumoso che verserete nei pirottini (io ho utilizzato quelli di carta forno – ne ho riempiti 18 con questo impasto –  ma se volete potete usare la teglia dei muffin o o pirottini di alluminio ben imburrati ed infarinati. )

Mettete in forno e fate cuocere per circa 15 minuti, provate con uno stuzzicadenti la cottura dei dolcetti.

Estraete i dolcetti una volta cotti e fateli raffreddare.

nel frattempo preparate la glassa facendo sciogliere il cioccolato a bagno maria con una noce di burro, quando si è completamente sciolto aggiungete poco alla volta del latte caldo…mescolando… all’inizio vi sembrerà che il composto non si amalgami  ma se girate con vigore esso diventerà liscio e lucentissimo…aggiungete latte fino a che otterrete la consistenza ottimale…avete creato la glassa!!!

Prendete i dolcetti, tagliateli a metà…importantissimo…con un pennellino intinto nel latte…anche quello che avete scaldato per la glassa va benissimo…inumidite leggermente le due metà dei dolcetti.

Stendete un velo di marmellata su una delle due parti, componete  le mini sacher, mettetele su una grata ed irrorate con la glassa.

Poneteli in frigo per la meno 1 ora….et Voilà!!

Godetevi queste piccole bontà…

 

 

Cocco bello..ma anche cocco di mamma…insomma i nostri Biscottini al Cocco!

cocco ok

Come non lasciarsi attirare da questi gustosi e delicati biscottini al cocco?

Velocissimi da realizzare e ideali per una merenda ! Sono biscotti tipici di Natale , ma visto che tutti ne vanno ghiotti li preparo tutto l’anno

INGREDIENTI X 40 biscotti

160 grammi di cocco raspato, 4 cucchiai di maizena, 2 uova, 125 grammi di zucchero

In una ciotola mescolate tutti gli ingredienti fino a che l’impasto non sarà omogeneo .

Nel frattempo preriscaldate il forno a 170 gradi.

Prendete una teglia e stendetevi della carta forno; per creare i biscotti potete fare in due modi: aiutandovi con due cucchiaini formate delle quenelles che adagerete sulla teglia.

Oppure potete prendere dei guanti in lattice e direttamente con le mani formare delle piccole palline (come abbiamo fatto per la serata nella quale abbiamo sfamato 75 persone e abbiamo fatto ben 500 biscottini di cocco!)

Preparata la teglia potete infornare, 170 gradi, forno ventilato per 15 minuti . Se vi sembrano ancora un po anemici teneteli ancora qualche minuto finchè non si saranno colorati  leggermente.

Quando li preleverete dal forno , saranno ancora morbidi, non preoccupatevi si rapprenderanno una volta raffreddati!

Polenta Screziata agli Spinaci, Spezzatino profumato d’India e Salsiccia Croccante

polenta salsiccia fritta e spezzatino profumato

Il gusto morbido della polenta con qualche tocco di colore e un piccolo segreto…accompagnata da uno spezzatino leggermente profumato al Curry e piccole perle di salsiccia croccante.

Abbiamo avuto l’onore di poter essere protagoniste del lancio di un ingrediente molto particolare che renderà esclusiva una ricetta apparentemente semplice come la nostra : il dado fattoria Italia all’Aglio e Spinaci!

Su le maniche !

Prepariamo lo Spezzatino :

occorre far rosolare una cipolla bianca tagliata fine, infarinate con cura circa  500gr di carne di manzo tagliata a tocchetti piccoli e fatela rosolare nel tegame con la cipolla, aggiungete circa 800gr di passata di pomodoro, aggiustate di sale  ed aggiungete 2 cucchiaini di ottimo Curry... lasciate cuocere per almeno 1 ora.

Prepariamo la Salsiccia :

Tagliate a tocchetti 200gr di ottima salsiccia. Sbattete 1 uovo con 1/2 bicchiere di latte, sale e pepe. Passate i tocchetti di salsiccia prima nella farina, poi nell’uovo ed infine nel pagrattato.

Preparate una padella con abbondante olio di semi  e friggete la vostra salsiccia.

Prepariamo la Polenta :

io ne ho utilizzata una di quelle veloci…ma se avete tempo fate quella tradizionale:

Fate sbollentare 200 gr di Spinaci in acqua e sale, scolateli e metteteli a soffriggere in una padella con un filo di Olio Extravergine ed uno spicchio di aglio, insaporite per 5-8 minuti e frullate gli spinaci.

Mettete sul fuoco una capiente pentola e portate ad ebollizione aggiungendo, invece del sale, 2 dadi Fattoria Italia all’aglio e Spinaci in maniera da aromatizzare ancor più intensamente l’acqua di cottura e, quando bolle, aggiungete 1 confezione di polenta integrale di mais e gli spinaci frullati…nel mio caso in pochi minuti la polenta era pronta e deliziosa. 

E’ il momento di assemblare gli ingredienti e preparare il vostro piatto…un’insolita combinazione di sapori classici e profumi che sanno di terre lontane…a proposito…mi hanno fatto una domanda alla quale non ho saputo rispondere…ma voi sapete che cos’è il pepe delle indie?…mandate tutte le vostre risposte all’indirizzo mail: fattoriaitaliadadi@gmail.com!

Rifessione…sul Polpettone il suo Doppio Ripieno e la Salsa di Ceci

polpettone farcito

Innanzitutto voglio dire che il polpettone non mi viene mai!!! Cucino piatti di ogni genere…ma il popettone mi ha dichiarato guerra da tempo…e io…questa volta…l’ho spiazzato!!…e l’ho pure farcito!!

Qui svelati  tutti i miei segreti…perchè il popettone va perdonato…ma come si deve ad un degno un nemico…il suo nome va sempre ricordato!

Ingredienti per il polpettone : 

300 gr di carne di tacchino macinata, 300 gr di carne di maiale macinata, 180 gr di ceci , 1 uovo, pangrattato,                1 cipolla, 1 spicchio di aglio, 1 cucchiaio di prezzemolo tritato, sale, pepe, Olio extravergine

Preriscaldate il forno a 180° C

 LUI : Il Polpettone : in una ciotola mettete la carne trita, aggiungete sale, pepe.

Mettete sul fuoco una padella con 3 cucchiai d’olio extravergine, lo spicchio d’aglio tagliato a fettine sottilissime, e la cipolla tagliata finemente.

Lasciate rosolare a fuoco medio e se necessario aggiungete un goccio d’acqua per lasciare tutto molto morbido.

Mettete 2 pugni di pangrattato in una ciotolina e bagnate con del latte freddo fino ad ottenere un composto morbido ma NON liquido, il pangrattato deve addensarsi con il latte.

Aggiungete il composto di pangrattato alla carne trita e versate sopra la carne anche tutto il contenuto della padella.

Frullate i ceci con un mixer e se necessario aggiungete un goccio di olio extravergine, e mettete anche loro nella ciotola con la carne trita.

Aggiungete l’uovo, sale, pepe e prezzemolo e lavorate tutto molto bene con le mani

Preriscaldate il forno a 180° C

Il ripieno : preparate una morbida frittata con 2 uova, 100 ml di latte, sale e pepe;circa 120 gr di prosciutto cotto a fettine. 

Facciamo il polpettone…il mio segreto…

Ho utilizzato quelle vaschette di carta forno che si acquistano al supermercato…per questa quantità di impasto ce ne vogliono 2 di quelle da plum cake!!

Adagiate metà dell’impasto (se in contenitori sono 2 come nel mio caso stiamo parlando di 1/4 dell’impasto totale ovviamente) alla base del contenitore, adagiatevi sopra il prosciutto e a seguire la frittata, coprite con l’altra metà dell’impasto, spolverizzate con del pan grattato, coprite con dell’alluminio e mettete in forno per 3/4 d’ora; trascorso questo tempo togliete l’alluminio e lasciate in forno ancora 15-20 minuti, fino a che non si sarà formata una deliziosa crosticina.

FIDATEVI: più  dirlo…e scriverlo che farlo!!

Io l’ho servito con una salsina ai ceci che vi riassumo velocisssimamente : una scatola di ceci precotti, 1/2 porro,il succo di 1 limone, sale, pepe, olio extravergine e – a piacere – 1 cucchiaino di menta/o prezzemolo/ o basilico

Mettete nel mixer i ceci sgocciolati, il porro a piccoli pezzetti, il succo del limone, ed eventualmente  la menta. Frullate il tutto aggiungendo un po’ di olio extravergine fino a quando otterrete una cremo morbida. Aggiustate di sale e di pepe.

 

 

Lo scottante caso della pasta al broccolo piccante…

pasta 2 ok

Eccovi un piatto semplice , veloce ma anche  piccantissimo non adatto a palati delicati!

INGREDIENTI X 2 PERSONE

200 grammi di tortiglioni, 1 broccolo , 6 pomodori secchi sott’olio, 5/6 acciughe sott’olio  , 1 spicchio d’aglio , olio di oliva , 1 peperoncino, parmigiano

Tagliate i broccoli a pezzi e bolliteli in acqua salata in modo che rimangano ancora  leggermente croccanti.

In una padella antiaderente capiente fate soffriggere in due cucchiai di olio di oliva  uno spicchio di aglio , le acciughe e il peperoncino.

Aggiungete i pomodori secchi che avrete tagliato a listarelle, lasciate insaporire , aggiungete i broccoli e un mestolo di acqua calda.

Lasciate cuocere a fuoco medio per 5/6 minuti e poi frullate il tutto ottenendo così una cremina vellutata che rimetterete in padella.

Mentre la pasta cuoce, prendete un paio di  mestoli di acqua di cottura , versateli nel sugo e mescolate .

Versate la pasta nella padella e mantecate finchè non avrà raccolto il sugo.

Impiattate e buon broccolappetito!

Morbidezze al Profumo d’Arancia

morbidezze profumate all'arancia

Non c’è nulla da fare, a volte ci svegliamo proprio con la voglia dolce…Buona domenica!

150 gr di zucchero

150 gr di burro fuso

1 bustine di lievito

3 uova

350 gr farina

estratto di vaniglia 1 cucchiaino

1 arancia

350 gr zucchero a velo

Preriscaldate il forno a 180°C

In una ciotola capiente sbattete le uova con lo zucchero fino ad ottenere una un composto spumoso, aggiungete la farina, il lievito, la scorza dell’arancia , il succo dell’arancia e la vaniglia. Aggiungete il burro poco alla volta in maniera da controllare che l’impasto non risulti troppo liquido.

Tuttavia l’impasto di questi biscotti è morbidissimo, tanto che penserete di non riuscire a comporre i biscotti ma…non sarà così : una volta pronto, prelevate delle piccole dosi di impasto dalla ciotola, formate delle palline ed adagiatele in una seconta ciotola dove avrete versato tutto lo zucchero a velo. Passate le palline nello zucchero a velo, velocemente magari facendo girare la ciotola facendo in modo quindi di non toccare troppo le palline.

Prelevatele una alla volta dallo zucchero a velo e sistematele sulla teglia del forno sopra un foglio di carta forno.

Queste delizie cuociono non più di 10 minuti…appena di dorano leggermente tiratele fuori, in questo modo saranno croccanti fuori e morbidissime all’interno.

 

 

Genio e Sregolatezza: Agnolotti di Magro in Salsa di Cime di Rapa e Burrata

agnolotti di magro cime di rapa e burrata

Lasciatevi conquistare da contrasti che in questo piatto la fanno da padrone …all’ assaggio l’aroma amarognolo delle cime di rapa contrasterà la delicatezza del ripieno di magro e la dolcezza della burrata.

400 gr di Agnolotti di magro

500 gr di cime di rapa

300 gr di burrata

olio extravergine 

1 spicchio di aglio

sale

latte q.b.

Preparate l’acqua salata per la cottura degli agnolotti.

Tagliate le cime di rapa abbastanza fini.

In una padella capiente mettete un filo…ma anche due di olio extravergine e spremetevi lo spicchio di aglio e fate rosolare, versate le cime di rapa, fatele ammorbidire e cuocete per circa 15 min.

Aggiustate di sale .

Mettete le cime di rapa nel mixer, aggiungete la burrata tagliata a pezzetti e frullate, se il composto dovesse risultare troppo denso aggiungete un pochino di late in maniera da ottenere una salsa.

Cuocete gli agnolotti, versate la salsa nuovamente nella padella e fate saltare gli agnolotti finchè non saranno bene accorpati alla salsa.

Servite caldi e Buon appetito!

 

Knedliki…ovvero amichevolmente : gnoccone cecoslovacco!

knedliki filo ok

Ecco il famoso Knedliki , per gli amici “gnoccone” , contorno ceco da gustare come accompagnamento ai piatti di carne molto sugosi come il gulash o il pollo con la paprika!

Ingredienti

3 etti di farina 00, 1 cucchiaio di sale, 2 uova, 1/2 cubetto di lievito, 1 panino raffermo, 1 bicchiere di acqua a temperatura ambiente

Sciolgo lo lievito nel bicchiere d’acqua.

In una ciotola capiente impasto la farina, le uova, il lievito sciolto dò forma all’impasto.

Alla fine aggiungo il sale (è importante che non tocchi lo lievito , per questo lo aggiungiamo adesso) e il pane raffermo a pezzetti.

Cerco di dare la forma sferica all’impasto e lascio lievitare all’interno della ciotola per 1 ora coprendo con un panno umido.

Metto l’acqua a bollire e salo.

Terminata la lievitazione, prendo l’impasto e lo avvolgo all’interno di un tessuto sottile di cotone (l’ideale sarebbe una garza) infarinato; l’impasto è molto morbido e appiccicoso, quindi l’operazione di trasfermiento dalla ciotola alla garza deve essere molto veloce e bisogna cercare di dare una forma leggermente allungata all’impasto rotondo.

knedliki panno ok

 Metto a bollire per 35/40 minuti e estraggo lo

 knedliki dalla

 pentola posandolo  su un tagliere  .

 Elimino il tessuto  ed ora viene il bello…

 Lo knedliki non si può tagliare semplicemente con un

 coltello perchè si sfalderebbe.

 L’unico modo per tagliarlo è quello di prendere un

 filo di cotone sottile, quelli che usate per cucire:

                                                                                                                                fate passare di filo sotto lo gnoccone tenendo

knedliki 1 ok  i due estremi con le dita ; incrociate  il filo in  alto

al di sopra dello gnoccone

e tirate (vedi prima foto in alto) . Il filo passerà

all’interno dello knedliki tagliandolo perfettamete .

Le fette non devono essere troppo sottili mi

raccomando, almeno 1 cm e mezzo!

Ci vuole un po di manualità ma vedrete

è davvero facile!

Questo contorno tradizionale ceco renderà particolari le vostre cene e stupirete i vostri amici con un piatto nuovo ed originale!

Dalla Cecoslovacchia…Kuře na Paprice: Pollo con la Paprika

pollo paprika 1 ok

Mai stai a Praga? città fantastica veramnete magica! Che labbiate vista o no…preparate questa ricetta e chiudete gli occhi al primo boccone e vi ritroverete sul Ponte Carlo ad ammirare i tetti dorati dei palazzi…

INGREDIENTI x 4 persone

1/2 petto di pollo, 4 cosce di pollo, 2 bicchieri di vino bianco, paprika piccante , 2 bicchieri di latte intero, 1 bicchiere di passata di pomodoro, 50 gr burro, brodo vegetale , 1 cipolla , 1 carota, 1 gambo di sedano, rosmarino, salvia,farina, olio di oliva ,sale .

Tritate finemente la cipolla e lasciatela soffriggere in una casseruola antiaderente a fuoco basso con il burro e due cuchiai di olio di oliva , 3 foglie di salvia e un rametto di rosmarino.

Tagliate a cubetti il petto di pollo.

Infarinate i pezzi di pollo e lasciateli rosolare in una padella con un filo di olio finché non avrnno un bel colore dorato.

Aggiungete il pollo nella pentola dove sta sta soffriggendo la cipolla,versate  il vino e fate evaporare.

Aggiungete il latte e cuocete per 30 minuti sempre a fuoco basso.

Lavate e tagliate a pezzi la carota , la cipolla e il sedano.

Ora completate verasando la passata , 2 bicchieri di brodo  la verdura appena tagliata e 2 cucchiai di paprika.

Cuocete per 1 ora a fuoco basso mescolando ogni tanto.

A cottura completata levate il pollo e frullate il sugo che a questo punto avrà un bellissimo colore rosato.

A me piace che il piato sia molto piccante quindi valutate voi se aggiungere ancora della paprika!

Riadagiate il pollo all’interno della pentola e lasciate terminare la cottura per 10 minuti .

E’ importante che il sugo sia molto abbondante perchè questo pollo si gusta insieme agli knedliki ,ovvero degli gnocchi di pane serviti a fette , sui quali deve essere versato il sugo; trovate la ricetta nella pagina correlata!