Parfum de Côte d’Azur…Pissaladière!

piss 1 ok

 

Comunque i piatti preferiti da Garibaldi erano lo stoccafisso, la bouillabaisse, il minestrone alla genovese con il pesto e la pissaladiere, specialità nizzarda e quando raramente c’erano un po’ di soldi, un pezzo di carne magra arrostita sulla brace che Garibaldi chiamava “ciurasco” perché gli ricordava i tempi dell’America

Garibaldi a Tavola – dal quaderno ricette di casa Garibaldi

Un prodotto da forno tipico della Costa Azzurra, ideale anche freddo per uno spuntino appetitoso fuori dai pasti!

Ingredienti (teglia 35 x 25 cm)

500 – 600 gr di impasto lievitato (a seconda dello spessore gradito)

1 kg di cipolle

3 cucchiai d’olio d’oliva

2 foglie d’alloro

4 rametti di timo

100 gr. acciughe sott’olio

20 gr. di capperi

olive denocciolate

pepe

Per l’impasto lievitato si rimanda alle altre ricette su questo sito (es. lo sfincione).

Per la farcia pulire le cipolle, affettarle finemente e farle stufare con due cucchiai d’olio, il trito di spezie (timo e alloro) e una tazzina d’acqua in un’ampia padella coperta.  Quando le cipolle saranno lucide e trasparenti (dopo ca. mezz’ora di cottura a fuoco basso), spegnere il fuoco e aggiungere i capperi tritati e metà delle acciughe tagliate a pezzi.  Salare e pepare a piacere, quindi mescolare in modo da distribuire uniformemente le acciughe.

A lievitazione terminata, ungere la teglia con un cucchiaio d’olio e stendere l’impasto avendo cura di lasciare un bordo alto, tipico della pissaladière.  Guarnire con le cipolle e decorare a piacere con le acciughe restanti e le olive denocciolate.  Sono ideali le taggiasche: piccole, molto gustose e adatte anche per la vicinanza alla Costa Azzurra.

Mettere in forno preriscaldato a 250 gradi e cuocere per 25 minuti.

It’s a Kind of Magic..Uova non Uova di Mozzarella con Avocado e Uova di Lompo!

uova 2 ok

La Campagna è quello strano posto in cui le galline vanno in giro crude

(Charles Baudelaire)

*

Per quanto richieda un po’ di attenzione e manualità, si tratta di una ricetta semplice in cui comporre senza cuocere.  Il risultato è un piatto colorato e versatile : finger food nel caso di un solo uovo, portata di antipasto nel caso di più uova.

Ingredienti:

mozzarelle di bufala piccole (ca.80- 100 gr ciascuna)

1 avocado

paté d’olive

guarnizione (a piacere: uova di lompo, uovo di salmone, perle di limone)

olio, sale

Tagliare la mozzarella in due e asportare una piccola parte delle sommità per dare stabilità sul piatto alle due metà.  Quindi scavare ciascuna metà con un coltellino molto affilato, in modo da farle sembrare due mezze uova private del tuorlo sodo.  E’ importante eseguire l’operazione rapidamente e con pochi gesti, in modo da non danneggiare la mozzarella, estremamente delicata.

Per il ripieno , pulire un avocado maturo, tagliarlo a dadini e aggiungere un po’ d’olio e sale (volendo potete anche aggiungere un cucchiaino di maionese)

Prima di assemblare, asciugare con carta assorbente l’eventuale latte in eccesso dovuto al taglio.  All’interno dell’uovo distribuire prima uno strato sottile di paté d’olive, quindi aggiungere l’avocado condito.  Rifinire a piacimento con un ingrediente a piacimento che dia sapidità: caviale, uova di lompo oppure di salmone.

Chi vuole rendere l’antipasto interamente vegetariano può sostituire le uova di pesce con le perle di limone, ad esempio della marca  Labeyrie.

Please Remember to Eat Your Vegetables!! Plumcake alle Verdure

plumcake di verdure

E poi tutte le ricette cominciano con “fate rosolare le verdure PRECEDENTEMENTE tagliate…”
Ma da chi?!?
(Barbye_S_L, Twitter)

*

Un’idea finger food che può rendere il vostro buffet un po’ più colorato!

1 peperone giallo

1 peperone rosso

2 zucchini

300 gr di patate

2 cipolle bianche(medio-piccole)

160 gr parmigiano

1 uovo intero

pangrattato

olio extravergine

sale

pepe

Preriscaldate il forno a 180°

Fate bollire le patate e, una volta cotte schiacciatele con lo schiacciapatate e tenetele da parte a raffreddare.

Tagliate le carote a julienne, mettetele ben allineate  su un tagliere e tagliatele ulteriormente in piccolissimi quadratini. Idem con gli zucchini.

Avete appena ottenuto una meravigliosa e coloratissima mirepoix di verdure.

Tritate finemente il porro e mettetelo a rosolare in un ampio tegame , dopo qualche minuto aggiungete gli zucchini e le carote e continuate a cuocere per 7-8 minuti, lasciate le verdure ad un punto di cottura croccante.

Aggiustate di sale e di pepe.

Spegnete e fate raffreddare.

Aggiungete l uovo, il parmigiano e le patate schiacciate, mescolate con cura e nel caso il composto risultasse troppo morbido aggiungete un po di pangrattato in maniera da asciugarlo un po’.

Sistemate i pirottini per i plumcake ben allineati in una teglia da forno e con l’aiuto di una sac-à-poche mettetevi il composto.

Infornate per circa 30 minuti nella parte centrale del forno.

Se non dovessero sembrarvi cotti ma già sufficientemente dorati proseguite la cottura per altri 10 minuti coprendo la teglia con dell’alluminio.

Sono buoni caldi…ma anche freddi.

Merengue…Ops Meringa! Su Coulis di Kiwi e Cioccolato!

kiwi 3 ok

Il sarcasmo con certe persone è utile quanto lanciare meringhe ad un castello

(Terry Pratchet)

*

Se avete un pomeriggio libero e non sapete cosa fare…fate le meringhe !

Ingredienti :

Per le meringhe (circa 24 di grandezza media):

Albumi 125 grammi, nocciole 125 grammi, zucchero 230 grammi 

Per la composizione del piatto x 2 persone :

4 kiwi ,  miele , cioccolato fondente

Dividete i tuorli dagli albumi (i tuorli potete tenerli da parte per fare ad esempio un buon zabaione! per la ricetta potete cliccare qua )

Tritate finemente le nocciole , la consistenza deve essere più o meno  quella della farina .

Mettete nel robot da cucina gli albumi e 120 grammi di zucchero e montate a neve (se non avete il robot, potete ovviamente utilizzare le fruste elettriche o se siete forzute potete anche montare gli albumi con la frusta manuale ma che fatica!) . Il composto deve risultare sodo e compatto (per ottenere questo risultato dovete montare il tutto a velocità elevata per almeno 5/6 minuti)

Ora potete aggiungere le nocciole e i restanti 110 grammi di zucchero. Mescolate delicatamente con una spatola dal basso verso l’alto cercando di non smontare gli albumi.

Preriscaldate il forno a 100 gradi.

Prendete la placca da forno, foderatela con la carta forno e con l’aiuto di 2 cucchiai formate le meringhe (se avete una sac à poche con i beccucci molto grandi potete ovviamente utilizzare quella!)

Infornate le meringhe per 3 ore a 100 gradi.

Una volta cotte lasciatele raffreddare .

Ora sbucciate i kiwi, privateli della parte chiara centrale e frullateli.

Con un colino filtrate la coulis di kiwi per rendere più vellutata la crema.

Fate scaldare in un pentolino la coulis e 2 cucchiai di miele a fuoco basso ,il tempo solo che il miei si sciolga.

Assembliamo il piatto: versate il kiwi sul fondo di un piatto, grattatevi sopra abbondante cioccolato fondente e appoggiatevi le meringhe.

Il risultato ottenuto sarà un piatto fresco , il  gusto leggermente acido del kiwi in contrasto con il cioccolato fondente darà il tocco finale alle meringhe di per sè già squisite !

Buon meringappetito!

 

 

 

 

…Quando è sera…Ti Ammazzi con i Bignè…Salati alla Mousse di Robiola e Prosciutto Cotto

bigne' salati mousse di robiola e prosciutto

Se vuoi assaporare la tua virtù, pecca qualche volta.

(Ugo Ojetti)

*

…ed ora con 2 semplicissime mosse…potete “stendere ” quei ghiottoni dei vostri amici!!

se siete molto coraggiosi, impavidi e sopratutto se avete un po’ più di tempo …e volete cimentarvi nei bignè…ecco qui la ricetta !

Altrimenti potrete acquistarne di pronti (non con la stessa soddisfazione…;))…ed io vidarò un piccolo suggerimento.

Per la Mousse servono :

200 gr di prosciutto cotto

200 gr di Robiola freschissima

una lacrima di concentrato di pomodoro per dare colore

sale

pepe

paprica (dolce o forte…a seconda del vostro gusto)

Mettete nel mixer il prosciutto, tritatelo molto finemente ed aggiungete la robiola e, a seguire giusto una lacrima di concentrato di pomodoro per colorare leggermente di più il prosciutto già rosato.

Aggiustate di sale e di pepe ed in questa fase, se gradite, potete aggiungere anche un po’ di paprica, altrimenti la spolverizzerete solo alla fine. (Inoltre aggiungendola in questa fase aiuterete ancor più il colore a rimanere brillante)

Non abbiate timore di avere un composto troppo compatto poichè dovrete poi utilizzare la sache à poche.

Mettete la mousse nella sache a poche e riempite i bignè cui avrete tagliato la parte superiore a circa 1/3 dalla base.

Suggerimento…se avrete acquistato i bignè e quindi…avrete già espiato la vostra colpa…:)

cercate di  riempirli con un po’ di anticipo e conservate poi i bignè in frigorifero; questo tempo di attesa li renderà morbidissimi!!

Nostalgia Canaglia…degli Involtini di Carne alla Siciliana!

spiedini 2 ok

Il sesto giorno Dio compì la sua opera
lieto di averla creata tanto bella prese la terra tra le mani e la baciò…
la dove pose le sue labbra è la Sicilia.
(Renzo Barbera)

*

In estate si va in Sicilia da anni  e tra le mille prelibatezze , uno dei miei piatti preferiti è proprio questo: involtini o spiedini di carne !

Per ottenere un gusto deciso e saporito per il ripieno ho usato un profumatissimo caciocavallo che ci hanno regalato i nostri amici del Caseificio Fonte Luna

Ingredienti per 4 spiedini

16 fette di carne tagliata sottilissima ,come per l’albese , 3 cipolle bianche, 20 foglie di alloro, 4 cucchiai di caciocavallo  (oppure 2 cucchiai di pecorino e 2 cucchiai di caciocavallo),  50 grammi di pinoli , 5/6 cucchiai di pangrattato, olio di semi, sale, stuzzicadenti lunghi per spiedini

Tritate 1 cipolla nel mixer e fatela stufare  leggermente a fuoco basso in una padella antiaderente con 1 cucchiaio di olio di semi , una spruzzata di sale, ed eventualmente 1 dito di acqua calda per evitare che si bruci. Una volta cotta, mettetela da parte in una ciotola.

In un mixer tritate i pinoli insieme al caciocavallo , a 3 cucchiai di pangrattato e 3 cucchiai di olio di semi.

Mettete il composto da parte e versatevi dentro la cipolla tritata; impastate per amalgamare bene tutti gli ingredienti.

Se il ripieno risulta un po’ secco potete aggiungere dell’olio.

Controllate assaggiando se il ripieno è abbastanza salato ed eventualmente aggiungete sale oppure del pecorino.

Preriscaldate il forno a 190  gradi .

Prendete le cipolle avanzate, tagliate in 4 e scomponetele in modo da ottenere le foglie divise per alternarle agli involtini come nella foto.

Prepariamo gli involtini: ogni spiedino sarà composto da 4 involtini di carne.

Prendete delicatamente 4 fettine di carne, spennellate l’interno della fettina con un po’ d’olio di semi; mettete vicino a un’estremità della fettina un cucchiaino di ripieno e iniziate ad arrotolare . Bisogna cercare di formare degli involtini non troppo allungati quindi , man mano che arrotolate, cercate di piegare  verso l’interno i bordi in modo che gli involtini abbiano una forma un po’ rotondeggiante.

Una volta formati i 4 involtini formiamo lo spiedino: alternate una foglia di cipolla, una di alloro e un involtino fino a chiudere con una foglia di cipolla.

Formati tutti gli spiedini, spennellateli con abbondante olio e impanateli delicatamente con il pangrattato avanzato.

Cuocete gli spiedini in una padella antiaderente a fuoco alto senza aggiungere olio. Fateli cuocere circa 3 minuti per parte, devono risultare abbrustoliti. Non preoccupatevi se le estremità non si cuoceranno perfettamente perchè finiranno la cottura in forno!

Una volta cotti, mettete gli spiedini in una pirofila e terminate la cottura in forno non ventilato a  190 ° per 15 minuti.

 

 

Tu Vuò Fa… l’American Chocolate Chip Cookies!

american cookies

La vita è come il cioccolato, è l’amaro che fa apprezzare il  dolce.

(Xavier Brébion)

*

Ma diciamoci la verità quante volte abbiamo pensato di farli questi biscotti?!…ma che sbattone!

Ma NOOOO!!!!

Vai tranquillona/e, segui la mia versione e non potrai sbagliare e poi ti verrà solo voglia di farne ancora e ancora…anche questa volta te lo spiego per filo e per segno perchè chi omette di dirti ad esempio che dall’impasto devi formare delle palline prima di infornare…vuole fare in modo che ti vengano delle lingue di gatto …al sapore di zucchero e cioccolato…buone…ma non sono gli American Cookies!

Vai che si va…preparati tutti gli ingredienti : è importante!

200 g di burro morbido

300 g di farina

240 g di zucchero di canna

100 g di zucchero bianco

1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio

1/2 cucchiaino raso di vaniglia in polvere (oppure 1 bustina di vanillina 😦 )

1 uovo intero + 1 tuorlo

250 g di gocce di cioccolato

Preriscaldate il forno ventilato a 180°C

Se utilizzate una planetaria…ci metterete un attimo, altrimenti utilizzate un frullatore elettrico…altrimenti… : su le maniche e andalè!!!

Rispettate l’ordine degli ingredienti ed il risultato è assicurato.

Via! : Zucchero di canna e burro morbido fuori frigo fino ad ottenere un composto morbidissimo e soffice, aggiungere lo zucchero semolato e la vaniglia…mescola mescola…le uova, mescola mescola…la farina a cucchiaiate…mescola mescola ed infine il bicarbonato, mescola mescola aggiungi le gocce di cioccolato…una breve, brevissima mescolatina…: ferma tutto sono pronti!

L’impasto deve essere compatto…molto compatto!

Metti un foglio di carta forno sulla placca del forno, forma delle palline più piccine di una palla da ping pong e distanziale bene sulla placca.

Inforna…il mio forno + super rapido ed impiega 10 minuti ma per essere certa/o che siano cotti devi semplicemente controllare che il  bordo dei biscotti sia bruno…tirali fuori, non temere…sono pronti!

Fai raffreddare i tuoi American Cookies e saranno deliziosi..morbidi all’interno e croccanti fuori.

YES!!!!

Clandestine…Bisque di Crostacei, Gnocchi di Zucca e Spinacie e Mazzancolle

Bisque di Gamberi e gnocchi alla zucca e spinaci e mazzancolle

Non cuocetelo troppo. Quasi tutto il pesce andrebbe spaventato con un po’ di calore , e poi celebrato con gioia.

(Jeff Smith)

*

 150 gr di gnocchi alla zucca

150 gr di gnocchi agli spinaci

500 gr gusci di crostacei

1 spicchio di aglio grande

concentrato di pomodoro

vino bianco

olio extravergine

Preparate gli gnocchi (qui) rispettando le dosi che vi occorrono.

Sgusciate i crostacei tenendo da parte tutto ciò che normalmente considerate “scarto”: carapace, testa, succo.

Ponete in un tegame un filo di olio extravergine ed un grosso spicchio di aglio che schiaccerete con uno spremiaglio oppure taglierete molto finemente.

Aggiungete un cucchiaio di concentrato di pomodoro, e i gusci dei crostacei, mescolate e fate sfumare con un bicchiere di vino bianco.

E’ importante che la parte alcolica del vino evapori completamente.

Mentre mescolate abbiate cura di schiacciare bene le teste dei gamberi ed i gusci.

Coprite con acqua, abbassate la fiamma e lasciate cuocere per circa 45 minuti.

Abbiate cura di controllare che il brodetto non si asciughi troppo e che raggiunga una meravigliosa consistenza cremosa.

Scolate il brodetto mettendo i gusci in un colino a maglie finissime, filtrate schiacciando con cura – aiutandovi con un cucchiaio di legno – in maniera che tutti i succhi vengano raccolti.

la Bisque è pronta…lo so …è meravigliosa!

Fate cuocere gli gnocchi giusto il tempo che vengano a galla e poneteli nel piatto di portata insieme alle mazzancolle leggermente scottate su una piastra con un filo di olio.

Non solo una prelibatezza ma…un vero successo per un piatto di grandissima classe.