Ho Rubato un Cavolfiore per Te! Spaghetti Freschi al Sugo di Cavolfiore Pinoli e Uvetta!

pasta ok 1

Mangiare è uno dei quattro scopi della vita… quali siano gli altri tre, nessuno lo ha mai saputo”
(Proverbio cinese)

Questa è una ricetta di mio papà che ogni tanto si diletta in cucina preparando delle gran buonezze!

Ingredienti

Cavolfiore (solo le cimette), 1 cipolla , 1 spicchio di aglio, 1 cucchiaio di pasta di acciughe , 50 g uva passa, 50 g pinoli, 1 bustina di zafferano, olio d’oliva , vino bianco, sale, pepe

Far bollire le cimette di cavolfiore e tenere dell’acqua di cottura da parte .

Ammorbidire l’uvetta in un poco di vino bianco

Tritare la cipolla e soffriggerla con un po’ di olio e l’aglio che dovrà essere tolto  una volta che si sarà imbiondito. Aggiungere la pasta d’acciuga facendolo sciogliere a fuoco basso. A questo punto potete aggiungere l’uvetta ammorbidita e i pinoli  lasciando cuocere per qualche minuto.

Unire il cavolfiore e lasciar rosolare per qualche minuto aggiungendo il sale e pepe a vostro gusto.

Sciogliere la bustina di zafferano in un bicchiere di acqua di cottura del cavolfiore e unirlo al sugo. Mescolare per far amalgamare tutti gli ingredienti e cuocere a fuoco lento finchè il sugo non avrà preso la consistenza di una crema (eventualmente aggiungere qualche cucchiaio di acqua di cottura del cavolfiore o dell’acqua della pasta). Mettete a cuocere la pasta in acqua bollente scolandola ancora al dente . Versare la pasta nel sugo e risottare aggiungendo l’acqua in ebollizione fino a che la cottura non sarà completata.

 

 

 

Annunci

Chiamami Frufrù, sarò il tuo Ragù: Agnolotti al Ragù Bolognese!

agnolotto ok 2

“La cucina è diventata un’arte, una scienza nobile; i cuochi sono dei gentiluomini”

Robert Burton

Oggi pubblichiamo un classicone della cucina, il ragù! esistono molti tipi di ragù a seconda della carne che utilizzate e dell’utilizzo del passato di pomodoro o  meno, questa mia versione si rifà al ragù classico bolognese !

INGREDIENTI

500 grammi di carne tritata di vitello, 500 ml di passato di pomodoro (io ho utilizzato la passata di pomodoro Pomì ) , 1 carota, 2 gambi di sedano, 1 cipolla gialla, 1 bicchiere di vino rosso (ad esempio un dolcetto) ,1 cucchiaio di concentrato di pomodoro ,1 dado, olio di semi, burro, sale

Tritate carota , sedano e cipolla e fateli soffriggere insieme a un cucchiaio di olio e un cucchiaio di burro. Aggiungete la carne tritata e fate cuocere a fuoco vivace finchè non vedrete la carne parzialmente cotta. Aggiungere un pizzico di sale e il concentrato di pomodoro. Mescolate e lasciate amalgamare gli ingredienti tra loro.

Sfumate con il vino rosso. Una volta che il vino si sarà consumato aggiungere la passata di pomodoro, un bicchiere di acqua , il dado e ancora un pizzico di sale ( a seconda dei vostri gusti) .

Lasciar cuocere a fuoco basso per almeno 1 ora . Se volete il sugo più concentrato e corposo  lasciate sul fuoco ancora mezz’ora.

Condite la vostra pasta fresca , io ho usato il sugo sugli  agnolotti ma  ancora meglio  su  una tagliatella!

 

Non credo ai miei Gnocchi! Datterini, Pesto, Crème Fraiche e Scaglie di Grana…

gnocchi pomodoro pesto e panna.jpg

La vita è una combinazione di pasta e magia.
Federico Fellini

*

Per gli gnocchi

1Kg di patate

300gr farina “00”

sale

Per il sugo

Pomodori Datterini – circa 1,5 Kg

 2 o 3  cucchiai di pesto

1 o 2 cucchiai di crème fraiche

Scaglie di Grana

Basilico fresco

uno spicchio di aglio

Olio extravergine,

sale

pepe

Fate bollire le patate con la buccia.

Una volta cotte schiacciatele con il passapatate…inseritele all’interno dell’ attrezzo con la buccia che, miracolosamente, schiacciando la patata di separerà dalla polpa.

Una volta schiacciate lasciatele raffreddare leggermente.

Aggiungete la farina poco alla volta, aggiustate di sale e cominciate ad impastare con le mani aggiungendo la farina fino a quando l’impasto risulterà omogeneo, morbido e compatto.

Non lavoratelo troppo.

Prendete un pò di impasto,  formate il famoso “serpentone” e dividetelo a tocchetti…che, se vi piace, potrete ripassare a loro volta sui rebbi di una forchetta oppure potete lasciarli così…semplici e bellissimi!

Togliete il picciolo ai pomodorini e lavateli con cura.

Metteteli in un mixer e frullateli fino ad ottenere una polpa omogenea. (Ai non amanti delle buccia del pomodoro, voglio dire che con questo metodo non avranno di che lamentarsi ed inoltre la buccia dei datterini è talmente sottile che svanirà completamente)

Mettete sul fuoco un tegame, con un filo di olio extravergine e lo spicchio di aglio schiacciato, fate rosolare e profumare leggermente, prelevate lo spicchio ed aggiungete i pomodorini frullati, aggiustate di sale e di pepe, aggiungete 3 o 4 foglie di basilico fresco e lasciate sobbollire per almeno  30 minuti a fuoco mediamente vivace, fino a quando i pomodorini non avranno perso e lasciato evaporare  la loro acqua ed avrete ottenuto un sugo omogeneo.

Aggiungete a questo punto il pesto e la crème fraiche. Come avrete notato non sono stata precisa nelle quantità né dell’uno né dell’altra poiché dipende molto dai vostro gusto e da quanto si sarà ristretto il sugo cuocendo.

Mettete a bollire dell’acqua salata, fate cuocere gli gnocchi avendo cura di scolarli con una schiumarola non appena vengono a galla.

Serviteli nei piatti versandoci sopra qualche cucchiaiata di sugo e le scaglie di grana.

Ornate  e profumate il piatto con qualche fogliolina di basilico fresco.

Clandestine…Bisque di Crostacei, Gnocchi di Zucca e Spinacie e Mazzancolle

Bisque di Gamberi e gnocchi alla zucca e spinaci e mazzancolle

Non cuocetelo troppo. Quasi tutto il pesce andrebbe spaventato con un po’ di calore , e poi celebrato con gioia.

(Jeff Smith)

*

 150 gr di gnocchi alla zucca

150 gr di gnocchi agli spinaci

500 gr gusci di crostacei

1 spicchio di aglio grande

concentrato di pomodoro

vino bianco

olio extravergine

Preparate gli gnocchi (qui) rispettando le dosi che vi occorrono.

Sgusciate i crostacei tenendo da parte tutto ciò che normalmente considerate “scarto”: carapace, testa, succo.

Ponete in un tegame un filo di olio extravergine ed un grosso spicchio di aglio che schiaccerete con uno spremiaglio oppure taglierete molto finemente.

Aggiungete un cucchiaio di concentrato di pomodoro, e i gusci dei crostacei, mescolate e fate sfumare con un bicchiere di vino bianco.

E’ importante che la parte alcolica del vino evapori completamente.

Mentre mescolate abbiate cura di schiacciare bene le teste dei gamberi ed i gusci.

Coprite con acqua, abbassate la fiamma e lasciate cuocere per circa 45 minuti.

Abbiate cura di controllare che il brodetto non si asciughi troppo e che raggiunga una meravigliosa consistenza cremosa.

Scolate il brodetto mettendo i gusci in un colino a maglie finissime, filtrate schiacciando con cura – aiutandovi con un cucchiaio di legno – in maniera che tutti i succhi vengano raccolti.

la Bisque è pronta…lo so …è meravigliosa!

Fate cuocere gli gnocchi giusto il tempo che vengano a galla e poneteli nel piatto di portata insieme alle mazzancolle leggermente scottate su una piastra con un filo di olio.

Non solo una prelibatezza ma…un vero successo per un piatto di grandissima classe.

 

Melitzanosalata…il Mito della Nostra Crema di Melanzane alla Greca

salsa di melanzane
“…ma un Profeta…è un testimonial di formaggi Greci??”
(Anonimo)
*
2 melanzane
1 spicchio di aglio
 1 cucchiaio di yogurt Greco
succo di limone
8 foglie di menta
olio extravergine
sale
pepe
Peperoncino (facoltarivo)
1/2 peperone giallo + 1/2 peperone rosso (facoltativo)
Preriscaldare il forno a 180°C
Tagliate a metà le melanzane, con la lama di un coltello fate dei tagli profondi sulla superficie della polpa
delle stesse, salatele, pepatele,irroratele con un filo di Olio e mettete in forno per circa 1 ora ( per evitare che si brucino ma al contempo per essere certi che la cottura sia ultimata, dopo 30 minuti coprite la teglia con un foglio di alluminio e proseguite la cottura. )
Se decidete di aggiungere i peperoni…variante vinosalviaemirto che si sposa benissimo con la salsina…tagliateli allora a quadratini piccolissimi e passateli in una padella dove avrete faccio soffriggere uno spicchio d’aglio in un po’ do olio extravergine.
Una volta cotte, toglietele dal forno e fatele raffreddare…atteso questo tempo la buccia verrà via con estrema facilità e potrete quindi mettere la polpa ottenuta in un mixer.
Aggiungete lo yogurt, l’aglio schiacciato con uno schiaccia-aglio, la menta, il succo di 1/2 limone…frullate…aggiungete un filo di olio extravergine, il peperoncino, se lo gradite,i peperoni se avete deciso di aggiungerli,  ed aggiustate di sale e pepe.
Questa salsina è ottima come antipasto sui dei crostini di pane caldo o come accompagnamento ai vostri piatti di carne o pesce a seguito di cotture semplici come la griglia o al vapore.
E’ deliziosa anche fredda per cui preparatene un po’ di più e tenetela in frigo.

Volver! Zuppa di Lenticchie e Chorizo

lenticchie2 ok

Ingredienti per 3 persone:

200 gr lenticchie secche, 200 grammi chorizo, 1 cipolla, 1 carota, 500 ml acqua , 3 rametti di timo, 3 foglie di alloro, 1 grappolo di pomodori datterini, paprika piccante, sale, olio di semi.

Lavare e lasciare rinvenire le lenticchie in una pentola coperte di acqua per 40 minuti.

Bollire le lenticchie in abbondante acqua per 30 minuti.

Scolare le lenticchie e tenerle da parte.

Tritare in modo grossolano la cipolla e la carota che avrete lavato e pelato.

Spelare i pomodori , tagliarli a pezzetti e tenerli in una ciotola a parte.

Con uno spago legare insieme il timo e l’alloro in modo che non si disperdano nella pentola durante la cottura.

In una pentola far soffriggere la carota e la cipolla in 2 cucchiai di olio. Aggiungere i  pomodori , un cucchiaio di paprika e salare . Lasciare cuocere a fuoco basso per 5 minuti mescolando frequentemente .

Aggiungere le lenticchie , i gusti  e l’acqua. Cuocere per 15 minuti a fuoco vivace mescolando di tanto in tanto.

A metà cottura togliere il timo e l’alloro perchè altrimenti prevarranno sul gusto.

Tagliare il chorizo in fette non troppo sottili e poi ancora a metà.

Far soffriggere il chorizo in una padella antiaderente per 2/3 minuti e tenere da parte.

Una volta che la zuppa sarà cotta, aggiungere il chorizo e servire!

 

 

Denominatore Comune: Busiate e Pesto…Trapanesi

busiate trapanesi e pesto...pure!

Un omaggio alla Sicilia, ai suoi profumi, ai suoi colori, alle mandorle, al pecorino, al basilico…e  a NovellaMia che tutte le volte che ha la fortuna di fare un viaggetto in questa terra meravigliosa…non si dimentica di me … e  mi regala un ingrediente che…fa sognare un po’ anche me!

Pesto Trapanese

60 gr di Mandorle spellate

50 gr Basilico Fresco
500 gr pomodori maturi
2 spicchi di aglio

100 gr  Pecorino Grattugiato
olio extravergine d’oliva
sale
pepe

500 gr busiate Trapanesi

Se avete un mortaio non c’è migliore occasione per utilizzarlo…se non lo avete…poco male, utilizzate il mixer…

Fate sbollentare i pomodori in acqua calda per 2 minuti, e pelateli.

Pestate le mandorle, l’aglio, il basilico ed il pecorino, ammorbidendo il tutto con in filo di  olio Extravergine, aggiungete i pomodori, pestate pestate pestate…aggiustate di sale e pepe.

Fate cuocere la vostra pasta e conditela con il questo particolare e gustosissimo pesto!

Toglietemi tutto ma non il mio…Burro!

burro

Preparare un delizioso panetto di burro fatto in casa è davvero semplice ed è un’esperienza tanto emozionante quanto gratificante :  è una vera emozione!!

500 ml di panna – per un panetto di burro da circa 180 gr

Per preparare il burro fatto in casa utilizzate della panna da montare molto fresca e molto fredda, versatela  in una planetaria ed  iniziate a montare la panna.

Quando si sarà montata…voi lasciate lavorare ancora la planetaria…montate montate….fino a quando  i grassi non si saranno completamente separati dai liquidi…praticamente improvvisamente il composto si sfalderà…si formerà parecchio liquido ( il latticello!) e dopo alcuni istanti i grassi si attaccheranno si attaccheranno  alle fruste…e proprio quello sarà il vostro burro e potrete quindi spegnere la planetaria.

Prendete il composto e mettetelo in un colino; se desiderate potete tenere da parte il latticello che è ottimo in sostituzione del latte per la preparazione dei dolci…e li rende sofficissimi. Qui in Italia il latticello non è molto comune lo troverete come ingrediente in parecchie ricette anglosassoni.

Più latticello eliminerete, più a lungo sarà possibile conservare i vostro burro potete anche aromatizzarlo e conservarlo.

Io ho aggiunto una punta di sale, l’ho lavorato un po’ e l’ho servito con la focaccia ed il salmone affumicato…rimarrete stupiti dall’ottimo  sapore del vostro burro e ne sarete molto orgogliosi, se sono certa!

 

Sofisticata Genuinità : Vellutata di Verza e Patate

vellutata verza e patate

  • 500 gr circa di verza
  • 500 gr  circa di patate
  • 1 scalogno grande
  • panna da cucina, g 100
  • olio extravergine
  • sale
  • pepe

Preparate del brodo vegetale. Lavate e pelate le patate e tagliatele a cubetti. Tagliate finemente anche la verza. Mettete 4 cucchiai di olio extravergine in un tegame e fate dorare la cipolla che avrete tagliato finemente. Aggiungete le patate e la verza e mescolate bene per qualche minuto;aggiungete il brodo vegetale fino a coprire il composto, aggiungete sale e pepe e coprite con un coperchio lasciando cuocere per circa 35-30 minuti. Quando le patate e la verza saranno cotti frullate tutto con un frullatore ad immersione fino ad ottenere una crema. Aggiungete la panna al composto e mettete sul fuoco basso per 4-5 minuti fino a quando raggiungerete la densità desiderata. Tenete da parte un po’ di panna per guarnire il piatto di ogni ospite. Servite accompagnando con dei crostini di pane caldi.

Rime: Paglierina, Salsina…e Rosa Canina

salsa 2 ok

Adoriamo i formaggi, se sono stagionati ancora meglio! cosa c’è di più bello  se non  accompagnarli con una deliziosa salsina? Un modo divertente e veloce per stuzzicare qualcosa sul divano con gli amici!

Questa salsa di accompagnamento ha un ingrediente inaspettato ma che saprà stupirvi, la marmellata di Rosa Canina : la vitamina C è presente in questa pianta  in quantità 50/100 volte superiore rispetto alle arance e ai limoni e per questo contribuisce al rafforzamento delle difese naturali, ottima per combattere i sintomi influenzali di questo periodo! Io ho utilizzato la confettura extra della Vis!

Per dare ancora più sapore aggiungete dell’ottimo aceto balsamico Giusti, sentirete la differenza!

Ingredienti

1 cipolla rossa grande , confettura extra di rosa canina Vis, olio di semi, sale, acqua, aceto balsamico Giusti

Tritate la cipolla e fatela leggermente soffriggere a fuoco medio  in una padella antiaderente in cui avrete   fatto riscaldare due cucchiai di olio ; abbassate il fuoco , salate e aggiungete mezzo bicchiere di acqua calda .

Lasciate cuocere e stufare la cipolla finchè non avrà assorbito completamente il liquido.

A questo punto aggiungete 3 cucchiaini di confettura di rosa canina , mescolate e lasciate raffreddare.

Quando il composto si sarà intiepidito frullate il tutto , versate  in una ciotolina e aggiungete un cucchiaino e due (a seconda del vostro gusto) di aceto balsamico. Amalgamante il tutto e servite!

Io la trovo ottima sia con i formaggi a pasta dura sia con una paglierina alla piastra!