Siamo alla Frutta! Plum cake alle Mele, Fragole, Cocco e profumo di Mardorle

*
E anche oggi ho dimenticato di mangiare frutta. Prenderò un gin lemon.
(Anonimo)
*

ATTENZIONE: questa torta è senza uova, senza nè burro nè olio…ed è Buonissima!!!

Ingredienti

150 gr farina integrale
150 gr farina bianca
70 fr farina di cocco
250 gr yogurt al cocco
200 ml bevanda vegetale alle mandorle
100 gr zucchero
1 mela
6 fragole
1 bustina di lievito per dolci
mandorle in scaglie
1 limone

Tagliate la mela e le fragole a dadini, mettete in una ciotola con un cucchiao di zucchero ed irrorare con del succo di limone.

Mettete in una ciotola le farine, compresa quella di cocco, il lievito e lo zucchero e mescolate. Aggiungete lo yogurt, e la bevanda alle mandorle fino ad ottenere un impasto morbido e liscio, scolate le fragole e le mele ed unitele al composto mescolando delicatamente.

Rivestite uno stampo per plumcake con della carta forno, versate il composto e decoratelo con le mandole a scaglie ed una spolverata di zucchero.

Cuocete a 180°C per 35/40 minuti.

L’Attesa dell’Aperitivo è Essa Stessa l’Aperitivo. Fagliolini, bacon, scamorza e arachidi

*
Io prendo sempre la vita con un pizzico di sale… più una fetta di limone… e una dose di tequila.
(Anonimo)
*

A volte basta farsi trascinare da un’idea per rendere meno banale anche un piccolo finger food.

Non vi darei le dosi, semplicemente vi racconto che ho fatto bollire dei fagliolini e, non avendo voglia di presentarli in tavola come sempre li ho arrotolati un una fettina di bacon che ho fatto passare per un attimo in padella senza l’aggiunta di altro, nè burro nè olio, solo per qualche istante lasciandola morbida.

Ho poi formato degli involtini arrotolando nella fetta di bacon 4 fagiolini, ed un dadino di scamorza che sarà la piccola sorpresa per chi li mangerà.

Ripassate, se volete, velocemente su una piastra calda, in modo che la scamorza si sciolga leggermente ed anche per servire il vostro antipasto almeno tiepido se lo preferite.

Servite, se vi piace, come ho fatto io, utilizzando dei piccoli bicchierini da amaro nei quali mettete delle arachidi, poggiate sopra gli involtini, guarnite con una foglia di basilico.

Tutto qui!

Peace & L’Ov! Ovetto ripieno di cheescake al tiramisù e lamponi.

*
La vita è breve e imprevedibile. Mangia prima il dessert!
H.Keller
*

No! Non è un dolce Pasquale che abbiamo postato tardi! No! perchè non avete mai visto un ovetto fuori stagione? Volete dirmi che li mangiate solo a Pasqua! …Bugia!

Allora non fate questo dolce! Aspettate che sia Pasqua un altra volta! Non comperate gli Ovetti fuori periodo e perdetevi questa delizia!

Ingredienti

6 ovetti di cioccolato (ovviamente non quelli piccolissimissimi!)
200ml panna da montare
200 gr formaggio da spalmare
60 gr latte condensato
1 tazzina di caffè (o q.b. a seconda dei gusti
24 lamponi
cacao in polvere
1 foglio di colla di pesce

Mettete la colla di pesce a bagno un una tazza con dell’acqua fredda.

Con uno sbattitore elettrico montate la panna a neve fermissima.

In un’altra ciotola amalgamate insieme sempre con il frullatore il formaggio fresco, il latte condensato, aggiungete poi il caffè freddo.

Con una spatola aggiungete questi ultimi ingredienti poco alla volta alla panna montata.

Prelevate un cucchiaio del composto ottenuto e mettetelo in un piccolo pentolino con la colla di pesce che preleverete dall’acqua; mettete sul fuoco per 30 secondi e la colla di pesce si scioglierà.
Aggiungete la colla di pesce al composto con la panna ed il formaggio.

Prendete gli ovetti, mettete un lampone all’interno di ognuno, aggiungete un cucchiaio abbondante di composto, ponete sopra un altro lampone.

Mettete in frigorifero per almeno 2 ore, ma se volete potete mettere gli ovetti tranquillamente in freezer poichè il latte condensato non permetterà al composto di congelarsi e potrete magiarli quando desiderate.

Quando li servite saranno più carini se aggiungerete del cacao in polvere e qualche fogliolina di menta…

Dice il saggio :” II vino al sapore, il pane all’odore”. Mantou i Panini Cinesi al Vapore

*

I due odori più buoni e più santi son quelli del pane caldo e della terra bagnata dalla pioggia.
(Ardengo Soffici)

*

Un mix tra nuvole e pane.

Ma voi li avete mai provati?

Sono panini semidolci molto morbisi e cotti al vapore.

Facilissimi da fare, ottimi per accompagnare pietanze salate – se vi pace il leggero contrasto dolcino/salatino – fantastici con un velo di confettura per cominciare bene la giornata.

Ingredienti :

350 gr farina

200 ml acqua tiepida

80 gr zucchero

1 bustina di lievito secco

In una ciotola mettete l’acqua, il lievito e lo zucchero e mescolate con cura per far sciogliere il lievito.
Lasciate riposare per 10 minuti ed unite la farina mescolando con un cucchiaio.

Mescolate e, non appena il composto avrà raggiunto una certa compattezza, lavoratelo con le mani per una decina di minuti fino ad ottenere un impasto bianco e liscio.

Ovviamente tutto quello che vi ho raccontato lo potete fare con l’aiuto di una planetaria.

Fate lievitare per circa 30 minuti, trascorso questo tempo impastate nuovamente con delicatezza e lasciate lievitare altri 30 minuti.

Una volta trascorso questo tempo trasferite con delicatezza l’impasto su un piano di lavoro leggermente infarinato e, con l’aiuto di un mattarello e con delicatezza formate un rettangolo di pasta, circa 40 cm x 20 cm

Arrotolate poi l’impasto dal lato corto.

Una volta che avrete formato il filoncino allungatelo scorrendo sopra ad esso, sempre delicatamente, con la punta delle dita infarinate per formare un filone più lungo.

Togliete le estremità e, tagliate a pezzetti larghi circa 2 dita.

Trasferite su una teglia e fate lievitare per circa 20 minuti.

Preparate una pentola per la cottura al vapore e, quando avranno terminato l’ ultima lievitazione, trastefite i panini – in maniera che non si tocchino l’uno con l’altro e sistemando un piccolo pezzo di carta forno sotto ogni panino.

Chiudete la pentola a vapore e lasciate cuocere per circa 10 minuti.

Importante, una volta cotti, lasciateli riposare nella pentola, a fuoco spento per qualche minuto.

Il profumo di questi panini avrà riempito le vostre cucine…non vi resta che assaggiare queste morbide delizie.

“Altezza Mezza Bellezza!” Ciambella alta di clementine e sorprese al cioccolato fondente.

*
Nove persone su dieci amano il cioccolato; la decima mente.
(John Tullius)
*

Vi lasciamo questa ricettina da seguire passo passo per approfittare ancora un pochino di questo immancabile frutto che, con il suo profumo la fa da padrone sulle nostre tavole d’inverno oltre a farci fare il pieno di vitamina C.

400 gr clementine (peso senza la buccia)
2 uova
100 gr di zucchero
una bustina di lievito secco – a lievitazione naturale

Mettete tutti gli ingredienti in un frullatore e frullate per qualche minuto.
una volta che avrete ottenuto un composto liquido passatelo con un colino.

Versate il liquido ottenuto in una ciotola capiente ed aggiungete, poco alla volta, 500 gr di farina ed un pizzico di sale ed impastate.
Una volta ottenuto un composto omogeneo aggiungete 1 cucchiaio di burro morbido ed impastate.

Lasciate lievitare l’impasto per almeno 1 oretta.

Imburrate uno stampo per ciambellone abbastanza alto.
Aiutandovi con le mani unte con dell’olio, dividete l’impasto in 6 dosi e formate 6 palline e sistematele una accanto all’altra nello stampo imburrato.

Lasciate lievitare per 1 ora.

Prendete 10 / 12 quadratini di cioccolato fondente e, con molta cura, inseriteli nell’impasto lievitato, con molta delicatezza aiutandovi, se è il caso con un lungo stuzzicadenti

Mettete in una ciotola 1 uovo con 2 cucchiai di latte, mescolate e passatelo sulla superficie dell’impasto con l’aiuto di un pennello.

Infornate per circa 40 minuto a 180°C.

Sfornate, fate raffreddare e, una volta tolta dallo stampo, cospargete di scorza grattugiata di clementine e scagliette di cioccolato fondente.

Ogni fetta…avrà la sua sorpresa!

Non è Bello Ciò che è Bello…Biscotti Brutti e Buoni con le Nocciole!

“Il bello è brutto e il brutto è bello” William Shakespeare, Macbeth

I brutti e buoni sono dei biscotti di meringa e nocciola dalla forma irregolare ma leggeri e buonissimi! Eccovi la ricetta!

Ingredienti: 3 albumi a temperatura ambiente, 120 grammi nocciole tritate, 110 zucchero a velo

Preriscaldo il forno a 130 gradi ventilato.

Inizio a montare gli albumi in una planetaria finché non avranno formato un po’ di schiumetta densa. A questo punto sempre continuando a montare aggiungo lo zucchero poco per volta. La meringa sarà pronta quando avrà preso un bel colore bianco lucido; a questo punto aggiungo a mano le nocciole tritate mescolando molto delicatamente con una spatola.

Trasferisco l’impasto in un pentolino antiaderente e mescolo a fuoco basso finché la meringa non avrà preso un colore leggermente bruno e non si sarà leggermente addensata.

A questo punto con un cucchiaio formo i biscotti posandolo delicatamente su una teglia coperta di carta forno.

Inforno a 130 per 60 minuti. A fine cottura lascio i biscotti nel forno finche non si sono intiepiditi. Una volta tirati fuori dal forno prima do trasferirli su un piatto aspetto che siano completamente freddi. Ecco qua!

La Mela Non Cade Mai Lontano Dalla Torta.Torta di mele, pinoli e mirtilli.

*
Delle buone torte di mele sono una parte considerevole della nostra felicità domestica.
(Jane Austen)
*

Per la frolla

  • 250 g burro
  • 200 g zucchero
  • 2 uova
  • un pizzico di sale
  • 1 bustina di  lievito in polvere
  • 400 g farina
  • la scorza di 1 limone

…prepariamo la frolla

Lavoriamo il burro con lo zucchero, uniamo le uova, , la farina, il lievito e il sale e la scorza grattugiata di un limone. Impastate e fate riposare l’impasto per mezz’ora in frigorifero.

Per la farcia

  • 3 o 4 mele (io ho usato le gialle)
  • una noce di burro
  • 3 o 4 cucchiai di zucchero
  • 25gr circa di pinoli
  • 40gr circa di mirtilli essiccati (oppure uvetta)
  • 1 cucchiaino di cannella (usatela se vi fa piacere)


…prepariamo la farcia

Tagliate le mele a pezzetti, mettete il burro in una padella , aggiungete le mele e lo zucchero ed ammorbiditele leggermente, appena una leggera scottata che amalgami mele e zucchero e che renda le mele un pochino più morbide, aggiungete i pinoli , i mirtilli essiccati e la cannella.

Assembliamo la torta

Togliete la frolla dal frigo, stendetela e sistematela nella teglia che avete scelto per la vostra torta. Forate la base con i rebbi di una forchetta e versateci il composto di mele, pinoli e mirtilli.

Invece della solita copertura potete creare con la frolla avanzata delle formine di pasta frolla di diverse dimensioni, dei piccoli biscottini, che sistemerete sul composto di mele.

Cuocete circa 35 minuti in forno ventilato a 170°C

Una volta cotta fate raffredddare e spolverizzate con zucchero a velo.

Sono Stinco, Ho Bisogno Di Riposo! Stinco di maiale alla Bavarese

*
Il modo in cui si taglia la carne riflette il modo di vivere.
(Confucio)
*

Oggi vi proponiamo una ricetta tradizionale che speriamo di aver rispettato…o meglio abbiamo cucinato come sempre con grande rispetto e speriamo di aver osato il giusto. La premessa è d’obbligo quando si parla di piatti tradizionali, noi abbiamo fatto del nostro meglio ma ovviamente quanto sotto è frutto di una ricerca che coinvolge libri di ricette, libri della nonna e la nostra capacità di interpretazione quindi “stinco alla Bavarese” sia ma…non prendiamoci troppo sul serio.

La ricetta dello stinco di maiale alla Bavarese lo Schweinshaxe è molto tipica della tradizione della Germania e viene servito tavola accompagnato da crauti, patate al forno e talvolta dai famosi spazle.
Per cucinatre questa carne la meglio bisogna prevedere una lunga cottura a temperatura bassa : la carne risulterà in questo modo morbidissima e succulenta poichè il grasso si scioglierà lentamente ed il muscoloo della carne diventerà tenerissimo.

La preparazione prevede almeno 3 ore di cottura + il tempo di marinatura ma leggete bene qui sotto…

La preparazione ideale e tradizionale necessiterebbe di una marinatura della carne immersa nella birra cui vanno aggiuti tutti gli ingredienti sopra elencati, posti in una ciotola in frigo anche per una intera notte.
Io voglio tranquillizzarvi e dirvi che se avete adocchiato quei 2 stinchi e volete cucinarli per stasera stessa, senza marinatura, potete ottenere comunque un ottimo risultato, io ad esempio non l’ho fatto

Ingredienti

  • 2 stinchi di maiale senza cotenna
    (la cottura e la preparazione è differente se si scelgono con la cotenna)
  • 1gambo di sedano
  • 1 carota grande
  • 2 scalogni
  • 1 lt di Birra bionda – (anche la weiss tedesca è ottima per questa preparazione)
  • 1 foglia di alloro
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 rametto di salvia
  • 2 cucchiai di senape
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1 limone (succo)
  • sale
  • pepe

Preparazione

Accendete il forno a 160°C – statico, oppure 155°C se ventilato

Non ho fatto marinare la carne, mea culpa, ma ho pensato di infarinare gli stinchi durante la sigillatura della carne e questo ha fatto si che formassero una meravigliosa crosticina e che, un pochino di quella farina addensasse leggermente il sughetto finale.
Dunque : prendete un ampio tegame – possibilmente lo stesso che utilizzerete per la cottura in forno, aggiungete 4 cucchiai di olio estravergine di oliva, infarinate gli stinchi e procedete con la rosolatura (sigillatura) della carne.
Tutti i rimenenti ingredienti vanno messi in una citola capiente e mescolati insieme tagliando sedano carota e scalogno a pezzi grandi.
Una volta che la carne sarà bella dorata versateci sopra il liquido con tutti gli altri ingredienti.
Ponete il vostro tegame in forno e lasciate cuocere per almeno 3 ore, rigirando ogni tanto gli stinchi e coprendo di tanto in tanto con un mestolo di liquido di cottura.

Una volta cotto lasciate riposare la carne per circa 15 minuti fuori dal forno e, a piacere, potete scegliere di addensare un po’ il sughetto di cottura frullando le vedure e formando una succulenta salsina.

Facile no?

Guten Appetit


Tra Mito e Leggenda… Shortbread Scozzesi! I Famosi Biscotti al Burro!

“I biscotti sono fatti di burro e di amore” Proverbio norvegese

Chi di voi non ha mai assaggiato questi inimitabili biscotti al puro burro così friabili e con quella puntina salata che gli fanno quel gusto inconfondibile?? Gli shortbread sono tipici dolcetti scozzesi immancabili all’ora del té! Ecco la ricetta!

Ingredienti per 50 biscotti: 300 di farina, 100 zucchero, 200 burro, sale. Attrezzo: rotella tagliapasta, mattarello, stuzzicadenti

Preriscaldare il forno a 180 gradi statico. Lavorare in una planetaria con il gancio a foglia il burro a freddo tagliato a cubetti e lo zucchero finché non sarà tutto ben amalgamato.

Aggiungere la farina poco per volta e un pizzico di sale. Disponete il panetto avvolto nella pellicola nel frigo per 30 minuti.

Infarinare il piano di lavoro e il mattarello. Tagliare una parte dell’impasto e stenderlo per raggiungere un’altezza di mezzo centimetro. Formare con la rotella tagliapasta dei rettangoli che disporrete su una teglia in cui avrete steso precedentemente la carta forno.

Con l’aiuto di uno stuzzicadenti fare dei buchetti in superficie. Procedete in questo modo fino a terminare tutto l’impasto. Cuocere per 20 minuti finché la superficie sarà leggermente dorata. Mi raccomando una volta cotti sono delicatissimi, fate attenzione a prelevarli dalla teglia!

Ed ora siete pronti alla degustazione!!

Tea for Two…gli Scones per il Té delle Cinque!

“Nella vita ci sono poche ore più piacevoli dell’ora dedicata alla cerimonia del té pomeridiano” Henry James

Per continuare la proposta di ricette per il vostro afternoon tea ecco gli immancabili e tradizionali scones! Gli scones sono dei paninetti su cui una volta aperti spallerete la clotted cream(vedi ricetta precedente) e la marmellata rigorosamente di fragole! Non avete idea della bontà!

Ingredienti per 10 scones: 230 grammi farina, 150 ml di latte o panna liquida, 60 grammi di burro, 25 grammi zucchero, 1 uovo(per spennellare la superficie), 15 grammi di lievito in polvere, un pizzico di sale. Attrezzo: 1 coppapasta da 6 cm e un mattarello, un pennello da cucina

Preriscaldare il forno a 180 gradi ventilato.

Mescola insieme la farina, il lievito, lo zucchero e il burro tagliato a cubetti. Unisci un pizzico di sale e aggiungi poco per volta il latte. Impasto pronto! L’impasto deve risultare molto morbido, umido e soffice.

Spargere un poco di farina sul top dove andrete a stendere l’impasto. Infarinate anche il mattarello e andare delicatamente a stendere la pasta fino a raggiungere l’altezza di 2 cm. A questo punto fare dei dischi con il coppa pasta da disporre su una teglia in cui avrete stesso della carta forno. Andate a reimpastare e formare i dischi di pasta fino a esaurimento dell’impasto.

Sbattete l’uovo e spennellate la superficie degli scones. Informate per 20 minuti!

Velocissimi e buonissimi!