Risotto dei 4 Cantoni…con Tête de Moine e Erbette!

risotto 1 ok

” La più perduta di tutte le giornate è quella in cui non si è riso”

Nicolas de Chamfort

Per questo risotto ho usato un formaggio molto particolare, si chiama Tête de Moine , è un formaggio svizzero molto “odoroso” e molto gustoso che viene tagliato con uno speciale attrezzo che vi mostro qui sotto chiamato girolle .

tete ok

Questo formaggio a pasta semi – morbida dà il massimo se unito ad altri ingredienti in preparazioni in cui possa essere sciolto

Ingredienti x 2 persone

200 gr riso, 1 scalogno, 1 bicchiere di vino bianco, trito di spezie miste: io ho usato salvia (5/6 foglie), maggiorana un paio di rametti) , timo (5/6 rametti) e erba cipollina ( a piacere in base al vostrog usto) tutte tritate finemente  , Tête de Moine (almeno una dozzina di fiocchi come da foto) ,1/2 litro brodo di verdura ,  olio di semi, sale

Tritare finemente lo scalogno e lasciarlo soffriggere nella pentola a fuoco basso .

Aggiungere il riso e fatelo tostare.

Versare il vino bianco e lasciatelo sfumare.

Procedere come un risotto classico aggiungendo ogni tanto un paio di mestoli di brodo mantecando continuamente .

A metà cottura aggiungere le erbette tritate e metà fiocchi di formaggio.

Proseguire con la cottura del riso fino a quando sarà cotto ( in tutto circa 12/15 minuti a seconda del riso che utilizzate) e aggiungere il formaggio rimasto .

Lasciate riposare qualche minuto e servire!

Buon risottappetito!

 

 

 

 

 

Annunci

Se Son Pere Glasseranno…Pere alla glassa di Negroamaro del Salento

pere al negroamaro del salento
Le vere passioni hanno un loro istinto molto preciso. Mettete un piatto di frutta davanti a un goloso; non si sbaglierà, sceglierà, anche a occhi chiusi, il frutto migliore.
Honoré de Balzac
Semplice dolce e di grande effetto, non pensate alla pera cotta come dessert invernale, al contrario servitela fredda a o temperatura ambiante e gustatevi questa delizia.
1 bottiglia di Negroamaro del Salento
500 ml di acqua
500 ml di zucchero
4 o 5 pere Abate
cannella q.b.
Mettete in una pentola capiente il vino, l’acqua, lo zucchero, la cannella (non vi ho dato la quantità perchè è molto personale….ma consiglio di aggiungerne un pizzico anche a chi non preferisce questa spezia…perchè dona a questo dessert un tocco in più).
Una volta raggiunto il bollore aggiungete le pere mantenendo la fiamma media e fate cuocere una ventina di minuti…a seconda della grandezza delle pere. Per una cottura ottimale consiglio di impostare un time a 10 minuti controllare la cottura e proseguire  per il tempo rimanente tenendo conto che il frutto deve rimanere croccante.
Prelevate le pere dal vino, trasferite il liquido in un tegame più piccolo e lasciate bollire fino a che non si trasformerà in una meravigliosa glassa (….tempo previsto circa 45 minuti e fuoco abbastanza vivace)
La parte alcolica del vino sarà evaporata e lo zucchero farà il suo lavoro….quando la consistenza vi sembra abbastanza densa spegnete pure, raffreddandosi si addenserà ancora  di più.
Servite le pere accompagnate dalla Glassa, l’accoppiata con il gelato alla vaniglia … val bene una pera… guarnite con qualche fogliolina di menta.

Ciak si Mangia! Torta Salata con Asparagi e Caciocavallo

torta salata ok

“Ho dei gusti semplicissimi; mi accontento sempre del meglio”

Oscar Wilde

Ricetta veloce ideale come  antipasto o come piatto unico con verdura di stagione!

Ingredienti

1 uovo e 1 tuorlo, 200 ml panna liquida, 1 rotolo pasta brisé,caciocavallo
foglie di costa (q.b),1 mazzo di asparagi, sale, pepe

Lavare le foglie di costa , tagliare la parte verde e  sbollentare per  pochi minuti solo per ammorbidirle.

Cuocere al vapore gli asparagi fino a che non diventino morbidi; potete eventualmente anche farli bollire.

Una volta che la verdura si sarà raffreddata , tagliare le costa a striscioline e gli asparagi a tocchettini.

In una ciotola  mescolare le uova, la panna , le verdure e aggiungere 4 cucchiai di caciocavallo grattugiato. Salare e pepare a vostro gusto.

Preriscaldare il forno a 200 gradi.

In una teglia stendere la carta forno e la pasta brisé alzando bene i bordi i modo che l’impasto non fuoriesca.

Versare il composto e cuocere a forno ventilato per 30 minuti (o fino a quando vedrete che la torta sia colorita e la pasta brisé sia cotta)

Lasciar riposare per 5 minuti e servire!

 

Gioielli dal Regno di Boemia: i Buchteln!

buchteln 2 ok

” Se non hanno pane…che mangino Brioches!”

(cit. Maria Antonietta)

I Buchteln sono una via di mezzo tra un panino dolce  e un krapfen e sono dei dolcetti ripieni  originari della Boemia, ma potete trovarli anche in Austria e Ungheria !

Ingredienti

400 grammi farina 00, 25 grammi lievito di birra (a cubetti o in polvere),60 grammi di zucchero, 2 cucchiai zucchero a velo  2 uova , 120 ml di latte, burro, sale, rum , marmellata a piacere o crema di cioccolato. Coppapasta diametro circa 8 cm , pennello.

Intiepidire il latte e mescolarci dentro il lievito e i 60 grammi di zucchero.Lasciare il composto nel formo a 50 gradi per 20 minuti (per attivare il lievito).

Sciogliere 3 cucchiai di burro .

In una ciotola mescolare il burro, le uova, lo zucchero a velo , un pizzico di sale e 1 cucchiaio di rum.

Aggiungere la farina poco per volta e mescolare (io ho messo tutto nel robot da cucina per fare più in fretta ma se volete fare esercizio potete fare anche a mano)

Unire il liquido che avete lasciato riposare e mescolare fino ad ottenere un impasto elastico e umido.

Lasciare lievitare al coperto per 20 minuti.

Preriscaldare il forno a 180 gradi.

Riscaldate altri 3 cucchiai di burro e tenetelo da parte .

imburrate e infarinate una pirofila antiaderente.

Stendere l’impasto delicatamente , non sottile e col il coppapasta tagliare la pasta  in dischetti (infarinatevi le mani perchè l’impasto rimane un po’ appiccicoso) . Al centro del disco  mettete un cucchiaino di marmellata e chiudete bene  formando delle palle.

Disponete le palle una vicino all’altra cercando di lasciare  la parte di chiusura sotto a contatto con la pirofila.

Spennellare col burro le pagnottine e cuocere a forno ventilato 180 gradi per 30 minuti

Risultato:

buchteln1 ok

I paninetti si gonfieranno e si uniranno tra loro formando un dolce unico che poi usciti dal forno potrete spolverare con lo zucchero a velo e staccare in porzioni !

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

My Lady Cherry…nel Bicchiere con Zabaione e Meringa!

meringa 2 ok

“Un pianeta migliore è un sogno  che inizia a realizzarsi  quando ognuno di noi decide di migliorare  se stesso”

Gandhi

Oggi rivisitiamo un dolce a cucchiaio utilizzando meringhe , zabaione e la confettura di amarene! Noi utilizziamo quella della VIS, che ha poche calorie e non è troppo dolce!

Per le ricette delle meringhe e dello zabaione potete cliccare sul link che trovate qua di seguito!

Ingredienti

Per le meringhe (circa 24 di grandezza media):

Albumi 125 grammi, nocciole 125 grammi, zucchero 230 grammi 

Per lo zabaione

4 rossi d’uovo
4 cucchiai di zucchero (ca. 80 g)
1/2 bicchiere di vino bianco (Gewürtztraminer)

Per la ricetta delle meringhe vi rimando alla nostra ricetta già pubblicata .

Anche per lo zabaione guardate qua!

Una volta preparati gli ingredienti principali (meringhe e zabaione) possiamo comporre il dolce: sbriciolate le meringhe e in un bicchiere trasparente versate un cucchiaio abbondane di confettura di amarene , un cucchiaio di zabaione e terminate con le meringhe sbriciolate.

Et voilà il gioco è fatto!

Se avete un bicchiere alto potete procedere con un secondo strato e terminare con del cacao in polvere!