PorompomPERAperò! Pere all’Arneis, Gocce di Cioccolato Zenzero e Cannella

pere-allarneis-e-cannella
*
Le vere passioni hanno un loro istinto molto preciso.
Mettete un piatto di frutta davanti a un goloso;
non si sbaglierà,
sceglierà, anche a occhi chiusi,
il frutto migliore.
H. de Balzac
*

4 pere Kaiser

4 cucchiai zucchero di canna

1 cucchiaino di cannella in polvere

1/2 cucchiaino di zenzero in polvere

gocce di cioccolato

preriscaldate il forno a 170°C

Tagliate i frutti a metà, e scavate con uno scovolino per togliere bene il torsolo.

Mettere in una tazza lo zucchero di canna, la cannella e lo zenzero e mescolate bene.

Ponete le pere in una teglia e spolverizzate ogni metà con una generosa manciata di  zucchero cannella e zenzero.

Aggiungete le gocce di cioccolato.

Aggiungete sul fondo della teglia 2 bicchieri di Arneis e 1 bicchiere di acqua (ovviamente la quantità di liquido dipende da quanto è grande la vostra teglia; il liquido deve essere alto più o meno un dito dal fondo del recipiente)

Lasciate cuocere per circa 35-40 minuti e fino a quando il vino non avrà dimezzato, raddensandosi, la sua quantità.

Servite a piacere calde o fredde accompagnate dalla deliziosa salsa all’Arneis.

Annunci

Sostantivo del Verbo Amare : Amaretto! Torta di Amaretti di Mombaruzzo, Mele Verdi con Gelato alla Crema.

torta amaretti e mele.jpg

Siccome sono a dieta, ho comprato tante mele.
E, siccome non le mangio, ora ci faccio una torta.
[Sono furba io.]
Valemille, Twitter

*

170 gr burro

180 gr zucchero a velo

250 gr farina

150 gr amaretti di Mombaruzzo (morbidi)

400 gr mele verdi

3 uova grandi

un pizzico di cannella

1 bustina di lievito

buccia di limone grattugiata

Tagliate a pezzetti piccini le mele e sbriciolate gli amaretti.

Mescolate insieme farina lievito cannella e buccia di limone grattugiata.

Montate i bianchi a neve e teneteli da parte.

Lavorate con cura il burro morbido e lo zucchero a velo, aggiungete i tuorli delle uova,

Aggiungi la farina il lievito la cannella e la buccia del limone che hai unito in precedenza, aggiungi all’impasto una parte dell’intera quantità di mele ed amaretti a pezzetti (circa 1/3), aggiungi con cura i bianchi montati a neve.

Prepara una teglia con un foglio di carta da forno, versa il composto.

Poni sopra l’impasto il resto delle mele ed amaretti sbriciolati.

Poni in forno  ventilato a 170° per  45 minuti.

Sweet Flan O’Mine…Flan al Caramello e Amaretti!

flan 3 ok

“La scoperta di un piatto nuovo è più preziosa per il genere umano che la scoperta di una nuova stella”

Anthelme Brillat-Savarin

Questa è la ricetta di un buonissimo dolce che viene preparato in famiglia da due generazioni! Lo ripropongo nella sua ricetta originale! per la preparazione è necessario munirsi di una tortiera antiaderente da forno con il buco in mezzo

Ingredienti

10 uova, 1 litro di latte , 200 gr di amaretti , 1 bicchierino di rum, 1 scorza di limone  grattugiata, 2 cucchiai di zucchero, 2 cucchiai di farina bianca 00

Per il caramello: 350 gr zucchero , 150 gr acqua

Sbattere i tuorli con lo zucchero, il rum , la farina e la scorza del limone.

Montare a neve gli albumi.

Sbriciolare gli amaretti in un’ampia pentola e mescolarli con  il latte freddo.  Aggiungere poco per volta gli altri ingredienti preparati precedentemente (le uova sbattute  e gli albumi montati) .

Far caramellare dell zucchero nella tortiera che utilizzerete per il  dolce e che metterete in forno (oppure comprate il caramello già preparato) . Per preparare il caramello: mettere lo zucchero nella tortiera , versare l’acqua ,mescolare e portare a ebollizione . Mescolate fino ad ottenere il colore desiderato più chiaro o più scuro. Per questa preparazione è necessario un caramello chiaro ambrato.

Una volta che il caramello è pronto potete aggiungere il composto .

Preriscaldare il forno a 170 gradi.

Preparare una teglia o un’ampia pentola con dell’acqua che avrete portato a ebollizione. Mettere all’interno della teglia con l’acqua la tortiera in modo che in forno cuocia a bagnomaria. Infornare a 170 gradi ventilato  per 40 minuti .

Se Son Pere Glasseranno…Pere alla glassa di Negroamaro del Salento

pere al negroamaro del salento
Le vere passioni hanno un loro istinto molto preciso. Mettete un piatto di frutta davanti a un goloso; non si sbaglierà, sceglierà, anche a occhi chiusi, il frutto migliore.
Honoré de Balzac
Semplice dolce e di grande effetto, non pensate alla pera cotta come dessert invernale, al contrario servitela fredda a o temperatura ambiante e gustatevi questa delizia.
1 bottiglia di Negroamaro del Salento
500 ml di acqua
500 ml di zucchero
4 o 5 pere Abate
cannella q.b.
Mettete in una pentola capiente il vino, l’acqua, lo zucchero, la cannella (non vi ho dato la quantità perchè è molto personale….ma consiglio di aggiungerne un pizzico anche a chi non preferisce questa spezia…perchè dona a questo dessert un tocco in più).
Una volta raggiunto il bollore aggiungete le pere mantenendo la fiamma media e fate cuocere una ventina di minuti…a seconda della grandezza delle pere. Per una cottura ottimale consiglio di impostare un time a 10 minuti controllare la cottura e proseguire  per il tempo rimanente tenendo conto che il frutto deve rimanere croccante.
Prelevate le pere dal vino, trasferite il liquido in un tegame più piccolo e lasciate bollire fino a che non si trasformerà in una meravigliosa glassa (….tempo previsto circa 45 minuti e fuoco abbastanza vivace)
La parte alcolica del vino sarà evaporata e lo zucchero farà il suo lavoro….quando la consistenza vi sembra abbastanza densa spegnete pure, raffreddandosi si addenserà ancora  di più.
Servite le pere accompagnate dalla Glassa, l’accoppiata con il gelato alla vaniglia … val bene una pera… guarnite con qualche fogliolina di menta.

Gioielli dal Regno di Boemia: i Buchteln!

buchteln 2 ok

” Se non hanno pane…che mangino Brioches!”

(cit. Maria Antonietta)

I Buchteln sono una via di mezzo tra un panino dolce  e un krapfen e sono dei dolcetti ripieni  originari della Boemia, ma potete trovarli anche in Austria e Ungheria !

Ingredienti

400 grammi farina 00, 25 grammi lievito di birra (a cubetti o in polvere),60 grammi di zucchero, 2 cucchiai zucchero a velo  2 uova , 120 ml di latte, burro, sale, rum , marmellata a piacere o crema di cioccolato. Coppapasta diametro circa 8 cm , pennello.

Intiepidire il latte e mescolarci dentro il lievito e i 60 grammi di zucchero.Lasciare il composto nel formo a 50 gradi per 20 minuti (per attivare il lievito).

Sciogliere 3 cucchiai di burro .

In una ciotola mescolare il burro, le uova, lo zucchero a velo , un pizzico di sale e 1 cucchiaio di rum.

Aggiungere la farina poco per volta e mescolare (io ho messo tutto nel robot da cucina per fare più in fretta ma se volete fare esercizio potete fare anche a mano)

Unire il liquido che avete lasciato riposare e mescolare fino ad ottenere un impasto elastico e umido.

Lasciare lievitare al coperto per 20 minuti.

Preriscaldare il forno a 180 gradi.

Riscaldate altri 3 cucchiai di burro e tenetelo da parte .

imburrate e infarinate una pirofila antiaderente.

Stendere l’impasto delicatamente , non sottile e col il coppapasta tagliare la pasta  in dischetti (infarinatevi le mani perchè l’impasto rimane un po’ appiccicoso) . Al centro del disco  mettete un cucchiaino di marmellata e chiudete bene  formando delle palle.

Disponete le palle una vicino all’altra cercando di lasciare  la parte di chiusura sotto a contatto con la pirofila.

Spennellare col burro le pagnottine e cuocere a forno ventilato 180 gradi per 30 minuti

Risultato:

buchteln1 ok

I paninetti si gonfieranno e si uniranno tra loro formando un dolce unico che poi usciti dal forno potrete spolverare con lo zucchero a velo e staccare in porzioni !

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

My Lady Cherry…nel Bicchiere con Zabaione e Meringa!

meringa 2 ok

“Un pianeta migliore è un sogno  che inizia a realizzarsi  quando ognuno di noi decide di migliorare  se stesso”

Gandhi

Oggi rivisitiamo un dolce a cucchiaio utilizzando meringhe , zabaione e la confettura di amarene! Noi utilizziamo quella della VIS, che ha poche calorie e non è troppo dolce!

Per le ricette delle meringhe e dello zabaione potete cliccare sul link che trovate qua di seguito!

Ingredienti

Per le meringhe (circa 24 di grandezza media):

Albumi 125 grammi, nocciole 125 grammi, zucchero 230 grammi 

Per lo zabaione

4 rossi d’uovo
4 cucchiai di zucchero (ca. 80 g)
1/2 bicchiere di vino bianco (Gewürtztraminer)

Per la ricetta delle meringhe vi rimando alla nostra ricetta già pubblicata .

Anche per lo zabaione guardate qua!

Una volta preparati gli ingredienti principali (meringhe e zabaione) possiamo comporre il dolce: sbriciolate le meringhe e in un bicchiere trasparente versate un cucchiaio abbondane di confettura di amarene , un cucchiaio di zabaione e terminate con le meringhe sbriciolate.

Et voilà il gioco è fatto!

Se avete un bicchiere alto potete procedere con un secondo strato e terminare con del cacao in polvere!

 

 

Sweet Scarlet : American Cheesecake e Coulis di Fragole!

cheese 1 ok

“L’età non conta, a meno che tu non sia un formaggio”

Billie Burke

Oggi vi proponiamo  la versione americana  della cheesecake , la più diffusa è quella cotta nel forno! Mangiatela il giorno dopo averla preparata che è più buona!

Per ottenere il miglior risultato, utilizzate una tortiera  con la cerniera apribile

Ingredienti

260/300 gr. di biscotti secchi (io uso i McVities ) , 100 grammi di burro,  500 gr. di Philadelphia, 270 gr. zucchero a velo, 4 uova ,  200 gr.  di panna liquida (io uso la panna Elena).

Per la panna acida : 200 gr. panna liquida , succo di 1 limone, 1 vasetto di yogurt magro

Per la coulis : 500 gr. di fragole, 60 gr. zucchero a velo.

Prepariamo la panna acida 24 ore prima : in una  ciotola mescolate la panna, il succo di limone e il vasetto di yogurt.

Per la base della tortiera: frullare i biscotti e il burro fino ad ottenere una constistenza sabbiosa . Versate nella tortiera e componete una base uniforme schiacciando con le dita  il composto . Mettete in frigo per mezz’oretta.

Preriscaldiamo il forno a 140 gradi

Prepariamo l’impasto: in una ciotola sbattete insieme le uova, lo zucchero a velo, la panna liquida e la panna acida. Unite il Philadelphia poco per volta fino ad ottenere un composto liquido senza grumi.

Versiamo l’impasto nella tortiera. Attenzione se  avete il dubbio che la vostra tortiera non si chiuda perfettamente o non sia impermeabile piuttosto impermeabilizzatela con dell’alluminio oppure appoggiatela sopra la placca da forno perchè essendo l’impasto molto liquido potrebbe fuoriuscire

Inforniamo a 140 gradi ventilato per 1 ora e mezzo finchè non diventa dorata .

Una volta terminata la cottura lasciatela in forno con lo sportello aperto finchè non si raffredda .

Nel frattempo fate la coulis : frullate le fragole . Versate il liquido in un pentolino insieme allo zucchero a velo e fate cuocere a fuoco lento per 20 minuti mescolando di tanto in tanto.

Una volta che la cheesecake è fredda mettetela in frigo per 5 ore.

Servite con a fianco la coulis!

 

Perdiamoci in un Bicchiere…alle Pere e Cioccolato Fondente con Mousse di Meringhe e Ricotta e Nocciole del Piemonte!

coppa alla ricotta pere crema fondente e nocciole del Piemonte  ok

Mensa popolare. Una zuppa di verdura / ed è subito pera.

Gino Patroni

*

Per 8 Bicchierini

5 pere Kaiser

Per la salsa al cioccolato

40gr burro

150gr + 150 gr di cioccolato fondente

100 ml panna liquida

2 + 3 cucchiai cucchiai di zucchero

Per la mousse di Ricotta e Meringhe

350 ml di panna fresca da montare

200 gr di ricotta fresca

200 gr di meringhe

Nocciole del Piemonte

Frullate nel Mixer le Nocciole Piemontesi ed ottenete una granella non troppo fine.

Lavate le pere e tagliatele in 4 parti e poi molto sottili con la mandolina.

In un tegame fate sciogliere la cioccolata con la panna liquida e tenete da parte.

In un altro tegame fate sciogliere il burro, aggiungete le pere e fatele ammorbidire…non cuocetele troppo, lasciatele croccanti!

Versatevi sopra metà della salsa al cioccolato.

Amalgamate e tenete da parte a raffreddare.

Montate la panna con 2 cucchiai di zucchero e tenete da parte.

A parte montate la ricotta con 1 cucchiaio di zucchero e tenete da parte.

Unite con delicatezza la panna e la ricotta e sbriciolatevi all’interno le meringhe (potete romperle tranquillamente con le mani in maniera che i pezzi siano piccini ma irregolari)

Preparate i bicchierini alternando uno strato di pere al cioccolato ed uno strato di Mousse di ricotta e meringhe.

Finite con uno strato di Mousse, irrorate con la salsa al cioccolato fuso e la granella di Nocciole del Piemonte

Sorprendimi!…Bignè con Sorpresa ai Frutti di Bosco e Crema al Cioccolato

profiterol con sorpresa di frutti di bosco ok

Un momento di gioia ci prende sempre di sorpresa.

Non siamo noi ad afferrarlo, ma è lui ad afferrare noi.
(Ashley Montagu)

*

Anche questa volta nella lotta tra l’uomo ed il bignè…avremo la meglio !

Quindi  come al solito : se siete molto coraggiosi e avete un po’ più di tempo …e volete cimentarvi nei bignè…ecco qui la ricetta !

Altrimenti potrete acquistarne di pronti (non con la stessa soddisfazione…;))Se proprio dovete acquistarli magari fatelo dal vostro pasticcere di fiducia che li preparerà per voi…  io vi darò comunque un piccolo suggerimento per questa seconda soluzione : non lasciatevi intimidire dalla “secchezza” del bignè-acquistato, piuttosto  cercate di  riempirli con un po’ di anticipo e conservate poi i bignè in frigorifero; questo tempo di attesa li renderà morbidissimi!!

ho pensato a questi simil-profiteroles…un po’ come se fossero dei piccoli scrigni dentro cui è bello poter trovare una piccola sorpresa.

Bignè

 200 gr cioccolato fondente

200 cioccolato al latte

250 gr panna liquida

per la farcitura 

500 gr panna montata

4 cucchiai di zucchero

frutti di bosco

Con un coltello ben affilato tagliate la parte superiore dei bignè a tre quarti dalla base.

Fondete il cioccolato a bagnomaria, una volta sciolto unite a filo la panna liquida e controllate la densità della crema al cioccolato che non dovrà risultare nè troppo liquida nè troppo densa.

Con l’aiuto di una sac à poche riempite i bignè con la panna che avrete montato insieme allo zucchero.

Sistemate i bignè sul piatto di portata ed inserite i frutti di bosco adagiandoli sulla panna montata avendo cura di alternare i frutti di bosco e magari non mettendo “la sopresa” in tutti i bignè ma tralasciandone qualcuno.

Io ho preferito comporre il mio piatto lasciando qualche bignè aperto qua e là , alternando quindi  una serie di 5 o 6 bignè ai quali invece ho restituito la copertuta di pasta choux – richiudendo quindi il piccolo dolcetto dopo averlo farcito – con un bignè farcito ma senza copertura.

Lasciate riposare in frigorifero per almeno 2 ore…e lasciatevi sorprendere.

Merengue…Ops Meringa! Su Coulis di Kiwi e Cioccolato!

kiwi 3 ok

Il sarcasmo con certe persone è utile quanto lanciare meringhe ad un castello

(Terry Pratchet)

*

Se avete un pomeriggio libero e non sapete cosa fare…fate le meringhe !

Ingredienti :

Per le meringhe (circa 24 di grandezza media):

Albumi 125 grammi, nocciole 125 grammi, zucchero 230 grammi 

Per la composizione del piatto x 2 persone :

4 kiwi ,  miele , cioccolato fondente

Dividete i tuorli dagli albumi (i tuorli potete tenerli da parte per fare ad esempio un buon zabaione! per la ricetta potete cliccare qua )

Tritate finemente le nocciole , la consistenza deve essere più o meno  quella della farina .

Mettete nel robot da cucina gli albumi e 120 grammi di zucchero e montate a neve (se non avete il robot, potete ovviamente utilizzare le fruste elettriche o se siete forzute potete anche montare gli albumi con la frusta manuale ma che fatica!) . Il composto deve risultare sodo e compatto (per ottenere questo risultato dovete montare il tutto a velocità elevata per almeno 5/6 minuti)

Ora potete aggiungere le nocciole e i restanti 110 grammi di zucchero. Mescolate delicatamente con una spatola dal basso verso l’alto cercando di non smontare gli albumi.

Preriscaldate il forno a 100 gradi.

Prendete la placca da forno, foderatela con la carta forno e con l’aiuto di 2 cucchiai formate le meringhe (se avete una sac à poche con i beccucci molto grandi potete ovviamente utilizzare quella!)

Infornate le meringhe per 3 ore a 100 gradi.

Una volta cotte lasciatele raffreddare .

Ora sbucciate i kiwi, privateli della parte chiara centrale e frullateli.

Con un colino filtrate la coulis di kiwi per rendere più vellutata la crema.

Fate scaldare in un pentolino la coulis e 2 cucchiai di miele a fuoco basso ,il tempo solo che il miei si sciolga.

Assembliamo il piatto: versate il kiwi sul fondo di un piatto, grattatevi sopra abbondante cioccolato fondente e appoggiatevi le meringhe.

Il risultato ottenuto sarà un piatto fresco , il  gusto leggermente acido del kiwi in contrasto con il cioccolato fondente darà il tocco finale alle meringhe di per sè già squisite !

Buon meringappetito!