Eh niente…C’ha Preso er Ticchio de…Gnocchi alla Romana!

gnocchi alla romana

Non c’è spettacolo sulla terra più attraente di quello di una bella donna in atto di cucinare la cena per una persona che ama.
Tom Wolfe

*

1 litro e 1/2 di latte intero

375 gr di semolino

70 gr burro

100 gr parmigiano

3 tuorli

noce moscata

Condimento :

Burro fuso e erbe aromatiche

Ricotta salata di pecora

…e niente…nessuno mi ha potuto fermare…ho dovuto fare gli gnocchi alla romana.

Provateli : veloci, morbidi e golosi!

In un pentolino portate il latte a bollore con il burro, aggiungete il semolino a pioggia e cuocete per qualche minuto fino a far addensare il composto.

Spegnete ed aggiungete uova e parmigiano, mescolate vigorosamente.

Stendete su un piano di lavoro due fogli di carta forno e disponetevi all’interno il composto formando due cilindri allungati (tecnicamente detti …”salamoni”) e fate raffreddare.

Una volta freddi eliminate la carta forno e tagliate a fette spesse circa 1cm.

Disponete le fettine  un po’ sovrapposte un una pirofila da forno in quella disposizione tipica da gnocco alla romana!

In un tegame mettere una generosa porzione di Burro a fondere insieme alle erbette che più vi aggradano, io sul mio orto-balcone ho raccolto del timo al limone, rosmarino, salvia ed erba cipollina.

Irrorate gli gnocchi con il burro fuso aromatizzato e mettete in forno a 200°C per 20 minuti, quando saranno dorati togliete dal forno e grattugiate sugli gnocchi la ricotta salata.

Infornate nuovamente per altri 10 minuti più qualche minuto con grill.

…Ma che te lo dico affà…’na bontà!

Je Suis un peu Fatigué…mi Sento un po’ Stracchino nella Lasagna Bianca con Bietole e Salsiccia!

lasagna ok

“Mangiare è uno dei quattro scopi della vita… quali siano gli altri tre, nessuno lo ha mai saputo”

Proverbio Cinese

Lasagna bianca buonissima utilizzando anche verdure inconsuete ma gustose!

Ingredienti x 4 persone

1 pacco di lasagne sottili all’uovo, 300 grammi di salsiccia , 200 grammi di stracchino, 150 grammi di parmigiano reggiano grattugiato, 300 grammi di coste o bietole, 200 grammi di pomodorini ciliegino  , 1 confezione di panna liquida, 2 spicchi di aglio , sale, pepe, olio di semi. Per la besciamella: 50 grammi di burro, 500 ml di latte , 3 cucchiai di farina .

Sbollentate le coste finchè i gambi non diventeranno morbidi; una volta cotti tagliate le foglie a strisce. Tagliate i gambi in tocchetti lunghi 1 dito.

Private la salsiccia della pelle, tagliatela a pezzettini e fatela rosolare in una padella antiaderente senza aggiungere olio .

Tagliate i pomodorini a metà.

In una padella ampia fate soffriggere a fioco lento l’aglio e disponete i pomodorini in modo che la parte umida sia a contatto con la padella; aggiungete le foglie delle bietole, le  la salsiccia. Salate e pepate.

Lasciate cuocere per 5 minuti lasciando che i pomodorini rilascino il liquido e aggiungete lo stracchino e la panna . Fate sciogliere il formaggio mescolando continuamente . Se il sugo vi sembra denso aggiungete 1 o 2  mestoli di acqua calda .

A questo punto potete aggiungere il parmigiano.

Preparate le besciamella: un un pentolino fate sciogliere il burro a fuoco basso. Una volta sciolto togliete dal fuoco, aggiungete i 3 cucchiai di farina e create la cosiddetta roux. Rimettete sul fuoco , aggiungete il latte , il sale e il pepe secondo vostro gusto e cominciate a mescolare con pazienza e di continuo finchè la besciamella non si sarà fatta. Mantenetela abbastanza compatta .

Ungete una pirofila. Per la lasagna io prendo i fogli di lasagna da far bollire, ma utilizzate tranquillamente quella che preferite.

Preriscaldate il forno a 200 gradi

Disponete il primo strato di pasta, aggiungete un cucchiaio di sugo a copertura di tutto lo strato di lasagna , aggiungete i gambi di bietola sparsi qua e là e ancora un po’ di parmigiano. Andate avanti per altri 2 strati e all’ultimo ricoprite con la besciamella.

Cuocete a forno ventilato per 25 minuti e la lasagna è pronta!

Anima, fatti color d’Arancia…Risotto al Pecorino, Cipolla Rossa e Succo d’Arancia!

risotto ok

“La più perduta di tutte le giornate è quella in cui non si è riso”

Nicolas de Chamfort

Oggi proponiamo un risotto particolare  dal sapore intenso e coinvolgente ! Il particolare sapore è decisamente esaltato da un ingrediente particolare , la passata classica Pomì che dà quel tocco in più essenziale per la riuscita del piatto!

Ingredienti x 2 persone

200 gr. riso , 1 cucchiaio di spezie miste (origano, timo, pepe, erba cipollina essiccata), 1 cipolla rossa grande, il succo di un’1arancia grande (mezzo bicchiere di succo di arancia) 2 cucchiai di passata di pomodoro Pomì, 1 dado vegetale , 150 gr. pecorino romano grattugiato , 50 gr parmigiano reggiano grattugiato, 1 bicchiere di vino bianco,sale , burro, olio di semi

In un pentolino preparate il brodo vegetale e mantenetelo caldo.

Tagliate a fette molto sottili la cipolla.

Spremete il succo di un’arancia.

In una pentola antiaderente fate sciogliere una noce di burro e 2 cucchiai di olio. Fate soffriggere le cipolle a fuoco lento per qualche minuto e aggiungete il cucciaio di spezie .

Versate il succo dell’arancia e fate evaporare.

Aggiungete il riso e a fuoco medio mantecate facendo tostare leggermente i chicci.

Versate il vino bianco e fate evaporare .

Ora procedete come un risotto tradizionale e aggiungete poco per volta il brodo, 2 mestoli per volta e mantecando di continuo fate assorbire il liquido al riso.

A metà cottura (dopo circa 7 minuti ) aggiungete il passato di pomodoro e il pecorino.

Continuate con la cottura del risotto.

Una volta terminata la cottura (che dipende da quale riso utilizzate) aggiungete ancora il parmigiano; date un’ultima mescolata per amalgamare il formaggio e il risotto è pronto!

Primo Classificato : Occidentalis Karma ! Filetto di Maiale in Crosta alla Senape & CousCous alle Verdure e Crema di Acciughe

filetto e cous cous.jpg

*

Non promettere mari e monti…cucinali!

Anonimo

*

Per la marinata

Olio extravergine

Senape

Scalogno

Rosmarino

Salvia

Sale

Pepe

Filetto il crosta

Un filetto di maiale

Senape

Bacon

1 rotolo di pasta sfoglia (rettagolare)

1 uovo

Semi di sesamo

Per il cous cous

500gr di cous cous

2 zucchine

1 peperone rosso

250gr panna fresca da cucina

5 filetti di acciuga

Olive taggiasche

Preparate una marinata con olio, senape, scalogno, rosmarino, salvia, sale e pepe e lasciatevi riposare la carne per almeno 30 minuti.

Prelevate la carne dalla marinata e ponetela su una piastra ben calda. Fate rosolare bene e sigillate la carne su ogni lato.

Fate raffreddare la carne.

Accendete il forno a 180°C

Quando la carne è fredda spennellatela con la senape su tutti i lati ed avvolgetela con le fette di bacon.

Stendete su un piano il rotolo di sfoglia, avvolgetevi la carne e sigillate bene i lati. Ponete in una teglia coperta di carta da forno.

Spennellate con il tuorlo d’uovo, spolverizzate con sale e semi di sesamo ed infornate.

Prepariamo il cous cous.

Mettete il couscous in un contenitore e copritelo con dell’acqua bollente. (l’acqua deve superare di circa 1 dito la superficie del cous cous). Dopo circa 20 minuti il cous cous si sarà gonfiato, l’acqua si sarà quindi totalmente assorbita e voi potrete sgranarlo passandoci sopra delicatamente i rebbi di una forchetta.

Tagliate a cubetti piccini sia le zucchine che il peperone e fateli rosolare in una padella con un filo di olio, sale e pepe. Aggiungete le olive taggiasche.

In una padella fate sciogliere i filetti di acciuga a fuoco lento, aggiungete la panna.

Versate il composto nel cous cous ed aggiungetevi le verdure saltate.

Mescolate con cura e servite caldo per accompagnare il filetto di maiale in crosta.

…Di Rotolo e Rotolo, Vi Presentiamo i Sausage Rolls!

salsiccia-3-ok

“In realtà nessun essere umano indifferente al cibo è degno di fiducia”

(Manuel Vàzquez Montalbàn)

Per un insolito aperitivo o per un veloce antipasto vi propongo la mia versione dei sausage rolls!

Ingredienti per 20 sausage rolls

400 gr salsiccia ,1 cipolla bianca, 1 confezione pasta sfoglia rettangolare,  200 grammi parmigiano ,tino, senape di Digione, 1 uovo, semi di papavero, olio di semi

Tritate la cipolla e fatela soffriggere a fuoco lento in  una padella antiaderente per pochi minuti . Private la salsiccia della sua pelle e disponetela in una ciotola insieme  alla cipolla tritata e il timo. Amalgamate il tutto fino a creare un composto omogeneo.

Preriscaldate il forno a 220 gradi.

Srotolate la sfoglia sul piano. Spennellate di abbondante senape l’interno della sfoglia.Tagliate la sfoglia per la lunghezza creando 3 lunghi rettangoli

Prendete il composto e ricomponete la forma della salsiccia all’interno della sfoglia lasciando libero 1 dito dal bordo superiore e inferiore . Cospargete la salsiccia di parmigiano .

Arrotolate la sfoglia attorno alla salsiccia. Sigillate bene la sfoglia magari con l’aiuto di una forchetta.

Sbattete 1 uovo e spennellate bene la superficie del rotolo.

Tagliate a rondelle (decidete voi la larghezza) .

Procedete allo stesso modo per le altre strisce di sfoglia.

Adagiate i bocconcini su una teglia ricoperta di carta forno e cuocete a 220 gradi ventilato per almeno 25 minuti. I rolls sono pronti quando la superficie è dorata

PorompomPERAperò! Pere all’Arneis, Gocce di Cioccolato Zenzero e Cannella

pere-allarneis-e-cannella
*
Le vere passioni hanno un loro istinto molto preciso.
Mettete un piatto di frutta davanti a un goloso;
non si sbaglierà,
sceglierà, anche a occhi chiusi,
il frutto migliore.
H. de Balzac
*

4 pere Kaiser

4 cucchiai zucchero di canna

1 cucchiaino di cannella in polvere

1/2 cucchiaino di zenzero in polvere

gocce di cioccolato

preriscaldate il forno a 170°C

Tagliate i frutti a metà, e scavate con uno scovolino per togliere bene il torsolo.

Mettere in una tazza lo zucchero di canna, la cannella e lo zenzero e mescolate bene.

Ponete le pere in una teglia e spolverizzate ogni metà con una generosa manciata di  zucchero cannella e zenzero.

Aggiungete le gocce di cioccolato.

Aggiungete sul fondo della teglia 2 bicchieri di Arneis e 1 bicchiere di acqua (ovviamente la quantità di liquido dipende da quanto è grande la vostra teglia; il liquido deve essere alto più o meno un dito dal fondo del recipiente)

Lasciate cuocere per circa 35-40 minuti e fino a quando il vino non avrà dimezzato, raddensandosi, la sua quantità.

Servite a piacere calde o fredde accompagnate dalla deliziosa salsa all’Arneis.

Te lo Dico Chiaro e Tondo: Ho fatto le Polpette di Lenticchie!

polpette-3-ok

“Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare!
(George Bernard Shaw)

Proponiamo questa veloce ricetta per un simpatico aperitivo o un antipasto!

Ingredienti per 20 polpette

1 scatola di lenticchie precotte , 1 confezione da 80 gr. di robiola ,1 cipollotto o uno scalogno piccolo ,  1 uovo, 3/4 cucchiai di parmigiano reggiano, pangrattato,  olio da frittura, sale , pepe

Tritate lo scalogno o il cipollotto (a seconda del vostro gusto) molto finemente.

Scolate le lenticchie e versatele in una ciotola capiente. Unite l’uovo, il parmigiano,lo scalogno, la robiola e create una crema omogenea. Aggiustate di sale e pepe. Lasciate pure le lenticchie intere senza schiacciarle troppo in modo da dare corposità alla polpetta .

Per asciugare l’impasto e renderlo meno liquido , aggiungete una manciata di pangrattato finchè non otterrete un composto morbido ma compatto.

Lasciate riposare in frigo per 1 oretta.

Scaldate 2/3 dita di  olio da frittura in un pentolino alto .

Formante le polpette della grandezza che più vi piace e friggetele in olio ben caldo.

Le polpette sono pronte!

Me l’hai Fatta a Fette Come la Cipolla…nel Fusillone con la Crema di Parmigiano!

 

cipolle-2-ok

“L’età non conta, a meno che tu non sia un formaggio”
(Billie Burke)

Ricetta veloce e davvero gustosa per gli amanti delle cipolle e non! La cipolla insieme alla panna e al parmigiano si scioglie creando una cremina irresistibile!

Ingredienti per 2 persone

200 gr. fusilli (o altra pasta corta) , 1 cipolla bianca grande, 1 confezione di panna da cucina da 200 gr. , 50 grammi di burro, mezzo bicchiere vino bianco, 5 cucchiai di parmigiano grattugiato, senape di Digione, sale, pepe, dado vegetale.

Mettete l’acqua della pasta a bollire.

Tagliate la cipolla in fette molto sottili. In una  padella antiaderente capiente  fate sciogliere il burro e fate ammorbidire la cipolla a fuoco lento aggiustando di sale e pepe.

Quando la cipolla sarà diventata morbida aggiungete un bicchiere scarso di vino bianco e lasciate evaporare a fuoco vivace.

Aggiungete la panna liquida , mezzo cucchiaino di senape e mezzo cucchiaino di dado vegetale . Fate cuocere a fuoco lento mescolando di tanto in tanto .

Aggiungete il parmigiano e mantecate finché il formaggio non si sarà completamente sciolto nel sugo. Diluite la crema con 1 mestolo di acqua di cottura .

Cuocete la pasta arrivando quasi a fine cottura. Versate la pasta nella padella senza buttare l’acqua di cottura  e mantecate a fuoco alto di continuo fino a cottura ultimata della pasta ottenendo così una pasta cremoso e ben amalgamata. Se il sugo dovesse restringersi troppo versate altra acqua .

Servite decorando con dei pistacchi tritati o dell’erba cipollina!

…e a Mezzanotte Cenerentola Perse la Tartina ! Su Pane Nero di Segale, al Salmone, Crescenza alla glassa di Aceto Balsamico e Finocchietto Selvatico

tarte-balsamico-e-salmone

I due odori più buoni e più santi son quelli del pane caldo e della terra bagnata dalla pioggia.
Ardengo Soffici

*

Pane Nero di Segale ai Cereali

200 gr di Crescenza

Salmone Norvegese  Affumicato

Finocchietto Selvatico

Glassa di Aceto Balsamico

Tartine che passione!

Un’idea veloce ma di sicuro effetto e non solo per la sera di Capodanno.

Tagliate a fette sottili il pane nero ai cereali e fatelo tostare su una piastra molto calda.

Preparate la crema con la crescenza e dell’ottima glassa di aceto balsamico e spalmatela su ogni fettina.

Ponete una fettina di salmone su ogni tartina, guarnite con finocchietto selvatico e teminate con un filo di glassa  a decorare ed insaporire ulteriormente le vostre tarte.

Red Red Wine…Risotto al Nero d’Avola e Robiola.

risotto-nero-davola-e-robiola

*

“La vita è troppo breve per bere vini mediocri.”

Wolfgang Goethe

*

500 gr riso

1 cipolla bianca

Nero d’  Avola 2 bicchieri

Brodo vegetale 1 lt

150 gr robiola fresca

Burro

Parmigiano in scaglie

Olio extravergine

Sale

Pepe

Tritate finemente la cipolla e fatela appassire in un generoso tegame  con 3 cucchiai di olio extravergine.

Aggiungete poco alla volta metà del Nero d’Avola e lasciate sfumare a più riprese, pian piano in maniera che la cipolla quasi risulti caramellata dal vino.

Quando la cipolla è pronta mettete a tostare il riso e fatelo sfumare con l’altra metà del Nero d’Avola, che questa volta verserete tutto in una volta.

Mescolate e coprite  abbondantemente il riso con il brodo.

Aggiustate di sale e di pepe….mescolate… e qui ognuno ha la sua tecnica dettata anche dalla sensibilità sviluppata in anni ed anni di risotti!

Io non lo tocco più…mediamente quando il brodo si è assorbito il riso è pronto!

Quando il riso è pronto toglietelo dalla fiamma, mantecate aggiungendo la robiola.

Ultimo tocco tagliate il burro a dadini e mettetene qualcuno sulla superficie del risotto; lasciate che il burro si sciolga e mantecate nuovamente con delicatezza, quest’ultima operazione darà lucentezza al riso che risulterà di un rosso brillante!

Preparate i piatti guarnendoli con scaglie di parmigiano e servite caldissimo!