Felice come una Pasquetta : …il Casatiello!

casatiello

“A proposito di politica…

ci sarebbe qualche coserellina da mangiare?”  

Totò

*

…e quest’anno ce l’abbiamo fatta!!

Ci siamo piegati al nostro destino di famiglia dalle origini Partenopee ed il Casatiello ha avuto la meglio!!

Ed io ve lo propongo proprio a qualche giorno dalla Pasqua perchè…se vi viene voglia di provare a farlo…non dovete tirarvi indietro e anzi fatevi questo regalo!

Il Casatiello è una delle massime espressioni della napoletanità !

In realtà quello consumato a Pasqua si chiama Casatiello mentre, con la stessa modalità di preparazione si ottiene il Tortano – che omette le uova poste sopra a decorazione – tipiche della Pasqua – e che si consuma tutto l’anno.

Il vero momento del Casatiello è rappresentato dal pranzo del lunedì in Albis : la Pasquetta, durante il quale diventa il vero protagonista della tradizionale scampagnata fuori porta.

Ingredienti

600 di farina

300 ml di acqua

1 cubetto di lievito di birra

100 gr di stutto

100 gr salame tipo napoli

100 gr prosciutto cotto

100 gr pancetta affumicata a cubetti

100 gr fontina

100 gr emmenltal

100 gr provola dolce

100 gr provola piccante
70 gr di pecorino grattugiato

4 uova

sale

pepe

Sciogliete il lievito di birra nella dose di acqua tiepida.

Se impastate a mano versate la farina sulla spianatoia, ponetevi al centro lo strutto, un pizzico di sale, pepe in abbondanza ed aggiungete l’acqua in cui avete sciolto il lievito poco a poco fino a quando non otterrete un impasto elastico e liscio.

Mettete l’impasto in una ciotola, copritela con un panno di cotone e mettete a lievitare in un luogo tiepido per almeno 2 ore. L’impasto deve raddoppiare il suo volume.

Nel frattempo tagliate con cura tutti i formaggi e i salumi in piccoli dadini.

Una volta che l’impasto è ben lievitato prendetene una piccola porzione e tenetela da parte ( servirà per fermare le uova sopra al Casatiello)

Sul tavolo da lavoro ponete un po’ di farina e, con l’aiuto di un mattarello stendete l’impasto dandogli una forma tonda e finchè raggiungerà lo spessore di circa 1 cm.

Disponete i salumi ed i formaggi bene su tutta la superficie ed arrotolate in maniera ben ferma.

Con un po’ di strutto ungete la teglia ad anello e ponetevi il “salamone” all’interno.

Coprite nuovamente e lasciate lievitare per almeno 2 ore, dovrà nuovamente raddoppiare di volume.

Un a volta lievitato, ponete le uova sulla sua superficie e fermatele con l’impasto che avevate tenuto da parte formando una croce sopra le stesse.

Infornate il tutto in forno preriscaldato a 160 gradi per un’ora.

Una volta completata la cottura lasciatelo raffreddare nel forno

(toglietelo quando sarà sarà diventato tiepido)

 

Spaghetti Lilli e il Vagabondo!

spaghetti 1 ok

“La vita è una combinazione di pasta e magia”

(Federico Fellini )

Questo week ci siamo divertiti a fare la pasta in casa, stavolta abbiamo provato a fare gli spaghetti freschi! Noi abbiamo la macchina apposta che ci aiuta però potete realizzare questa ricetta anche tirando a mano la pasta e facendo delle tagliatelle oppure facendo meno fatica acquistando gli spaghetti freschi !

Ingredienti  per 2 persone

Per la pasta fresca : 200 grammi di farina tipo 0 , 2 uova (se le uova sono piccole o se vedete l’impasto un po’ secco , aggiungete ancora 1 uovo o 1 tuorlo), una presa di sale.

Per le polpette : 200 grammi di carne tritata, 100 grammi di prosciutto cotto o di mortadella, 1 uovo , 4 cucchiai di latte, una fetta di pancarrè , sale, due cucchiai di parmigiano grattugiato  ,  1 cucchiaino  scarso di senape in polvere

Per il sugo : olive taggiasche denocciolate , 1 spicchio di aglio, 400 gr.passata di pomodoro, 1 cucchiaio di patè di olive, 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro, olio di semi, sale , 1 piccolo peperoncino piccante , timo

In una ciotola capiente versare la farina e la presa di sale ; unire un uovo alla volta mescolando con una forchetta in modo che il liquido si amalgami poco per volta alla farina fino ad ottenere un composto uniforme impastando con le mani  fino a che l’impasto risulti elastico  e non molle. In alternativa impastata semplicemente con il robot da cucina!

Formatene una palla da avvolgere nella pellicola da lasciare nel frigo per 1 oretta.

Tirate fuori l’impasto dal frigo e con l’aiuto della macchina per la pasta , tirate la pasta ottenendo dei fogli sottili per poi formare le tagliatelle. Se non avete la macchina per la pasta potete tagliare a mano le tagliatelle che in questo modo saranno ancora più genuine!

Mentre l’impasto riposa, preparate le polpette: in una ciotola mescolate tutte gli ingredienti e formate delle piccole polpettine di 2/3 cm di diametro .

Mettete a bollire l’acqua per la pasta  dove avrete aggiunto una presa di sale.

Tirate fuori l’impasto dal frigo e con l’aiuto della macchina per la pasta , tirate la pasta ottenendo dei fogli sottili.

In una padella capiente scaldate 2 cucchiai di olio e lo spicchio d’aglio a fuoco basso; non appena l’aglio inizia a soffriggere versate il patè di olive , il concentrato di pomodoro e il piccolo peperoncino (al quale avrete tolto i semini interni) ; mescolate leggermente questa base  per 3/4 minuti e aggiungete la passata di pomodoro , 3 /4 rametti di timo sbriciolati e  3/4 cucchiai di olive . Mescolate e aggiungete le polpettine (decidete voi quante cuocerne) che si cuoceranno nel sugo. Lasciate cuocere a fuoco bassissimo per 20 minuti aggiungendo a metà cottura due dita di acqua calda .

Fate bollire la pasta per 6/7 minuti e poi versatela nella padella del sugo. Mantecate per qualche minuto per far amalgamare bene tutti gli ingredienti e … tutti a tavola!

 

 

 

 

 

Perdiamoci in un Bicchiere…alle Pere e Cioccolato Fondente con Mousse di Meringhe e Ricotta e Nocciole del Piemonte!

coppa alla ricotta pere crema fondente e nocciole del Piemonte  ok

Mensa popolare. Una zuppa di verdura / ed è subito pera.

Gino Patroni

*

Per 8 Bicchierini

5 pere Kaiser

Per la salsa al cioccolato

40gr burro

150gr + 150 gr di cioccolato fondente

100 ml panna liquida

2 + 3 cucchiai cucchiai di zucchero

Per la mousse di Ricotta e Meringhe

350 ml di panna fresca da montare

200 gr di ricotta fresca

200 gr di meringhe

Nocciole del Piemonte

Frullate nel Mixer le Nocciole Piemontesi ed ottenete una granella non troppo fine.

Lavate le pere e tagliatele in 4 parti e poi molto sottili con la mandolina.

In un tegame fate sciogliere la cioccolata con la panna liquida e tenete da parte.

In un altro tegame fate sciogliere il burro, aggiungete le pere e fatele ammorbidire…non cuocetele troppo, lasciatele croccanti!

Versatevi sopra metà della salsa al cioccolato.

Amalgamate e tenete da parte a raffreddare.

Montate la panna con 2 cucchiai di zucchero e tenete da parte.

A parte montate la ricotta con 1 cucchiaio di zucchero e tenete da parte.

Unite con delicatezza la panna e la ricotta e sbriciolatevi all’interno le meringhe (potete romperle tranquillamente con le mani in maniera che i pezzi siano piccini ma irregolari)

Preparate i bicchierini alternando uno strato di pere al cioccolato ed uno strato di Mousse di ricotta e meringhe.

Finite con uno strato di Mousse, irrorate con la salsa al cioccolato fuso e la granella di Nocciole del Piemonte

Lemon Fish : Filetto di Branzino al Limone e Crema di Borlotti e Basilico

Filetto di branzino e crema di borlotti.jpg
Un’altra tipica attività finlandese è la pesca nel lago ghiacciato. Si effettua come tutte le altre pesche, escluse le sciroppate.
Gianni Mura
*
Vi regaliamo un piatto light…ma di gran classe!

 4 filetti di branzino

salsa di soia

1 limone non trattato

1 cucchiaino di miele

150 gr fagioli borlotti

1 cipollotto

panna liquida qb

2 foglie di Basilico fresco

sale

pepe

Olio extravergine

Preparate una marinatura con salsa di soia, succo di limone e miele

Ponete i una ciotola i filetti di branzino, irrorateli con

la marinatura.

Lasciate almeno 2 ore in frigorifero.

Prepariamo la crema di borlotti facendo ammorbidire il cipollotto tagliato sottile in poco olio extravergine, aggiungete i fagioli – precotti o precedentemente bolliti – aggiustate di sale e pepe.

Fate raffreddare e frullate i fagioli con le foglioline di basilico fresco.

Scaldate molto bene una padella o una piastra di ghisa, prelevate il branzino dalla marinatura e scottatelo bene da entrambi i lati.

Servitelo accompagnato dalla crema di borlotti e scorza di limone grattugiato.

 

Se non é Zuppa…é Clam Chowder !

clam 2 ok

“A tavola perdonerei chiunque. Anche i miei parenti”

(Oscar Wilde)

Per rivivere a casa un viaggio indimenticabile non c’è niente di meglio che rifare e assaporare un piatto amato.  In questo caso la clam chowder è un sapore sempre vivo delle coste degli Stati Uniti, motivo di nostalgia.

Vista l’ampia diffusione di questo piatto (cucinato su entrambe le coste degli USA e diffuso in tutte le famiglie), le varianti sono molteplici.  La nostra ricetta è a sua volta una variante per l’ingrediente principale: la vongola.  Quella usata in USA è la razor clam, di forma allungata e molto più lunga di quelle mediterranee (la pacific può arrivare fino a 15 cm di lunghezza), mentre qui abbiamo usato la vongola verace.  A piacere si possono aggiungere fasolari, lupini e telline.

Ingredienti

2 kg vongole veraci (sostituibili parzialmente da fasolari, lupini e telline)

1 scalogno

2 cipolle grandi

1 patata piccola

200 gr. di panna da cucina

50 gr di burro

100 gr. bacon

2 foglie d’alloro

2 rametti di timo

1 testa d’aglio

prezzemolo

2 bicchieri di vino bianco

4 cucchiai di olio d’oliva

crostini

Far aprire le vongole a fuoco alto in un tegame con olio, aglio tritato, prezzemolo e vino bianco.  Filtrare il liquido, tenerlo da parte e togliere i molluschi dai gusci.

In una pentola far rosolare nell’olio lo scalogno e mezza cipolla, aggiungere la patata tagliata a pezzi, il trito di spezie e lasciare insaporire.  Aggiungere 2 mestoli di liquido delle vongole, far cuocere 10 minuti e poi aggiungere il burro, la panna, quasi tutte le vongole (lasciate da parte le più belle) ed  il resto del loro liquido di cottura.  Lasciare cuocere ancora per ca. 30 minuti, rendere la crema omogenea col frullatore ad immersione, in ultimo aggiungere il bacon tagliato a cubetti e le vongole rimanenti.

Servire la crema bollente accompagnata da crostini e da un rametto di prezzemolo.

Enjoy !